lunedì 18 maggio 2015

L'erba del vicino è dipinta di verde

La California è stremata da quattro anni di catastrofica siccità, e le cose andranno sempre peggio con il procedere inesorabile dei cambiamenti climatici. Ma gli americani, con il loro ben noto pragmatismo, hanno trovato una soluzione al problema dell'erba secca che sta così male nel giardinetto davanti a casa. La ditta LawnLift propone una vernice per l'erba in molte diverse sfumature naturali, pronta a inquinare le vostre falde acquifere alle prime gocce della tanto anelata pioggia. Enjoy!


38 commenti:

  1. Ho letto bene?
    '...garantite per inquinare...'? Ma questi "artisti" del verde non ci arrivano da soli?
    Si fa sempre il gioco delle grandi case produttrici.
    Ci vendono bene il suicidio.
    Poveri i figli e gli animali che in quel giardino ci corrono spensierati ed allegri.
    Ciao Silvia, buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', quello l'ho aggiunto io. Il sito dice che il prodotto non è inquinante, però non fornisce gli ingredienti e dichiara che si tratta di una formula segreta. Un tantino sospetto, direi...

      Elimina
    2. Sì, che è una tua aggiunta l'ho capito e direi che è la riflessione logica che farebbe chiunque con buon senso.
      Altroché se è sospetta la dichiarazione "formula segreta".

      Elimina
  2. Noooo! L'erba del pratino dipinta é troppo, anche per gli americani!

    RispondiElimina
  3. io direi che siamo proprio fuori di testa... già abbiamo cambiato il clima di questo pianeta e non contenti inventiamo anche cose del genere, che dire!

    RispondiElimina
  4. Waaao, cose che non si vedevano dagli anni '60!!
    Se ne inventano sempre mille, e sicuramente come dici sarà tossica XD

    Moz-

    RispondiElimina
  5. Pazzesco. Questo "pragmatismo" mi ricorda tanto un'altra parola, che al momento non mi viene... Com'era quel detto? "La mamma dei pragmatici è sempre incinta"? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì, proprio quello! Degno di Corradino! :-D

      Elimina
  6. in un programma televisivo, forse del prode Luca Mercalli, spiegavano come i Californiani stiano sostituendo i prati all'inglese con giardini organizzati con piante con poche necessità idriche, sicuramente molto più belli e sani del tappeto erboso tinto a spruzzo, ma forse Mecalli lo vediamo qui e non lo vedono lì mentre la TV commerciale che vende le tinture fai da te la vedono ad ogni latitudine ahinoi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti i californiani vengono esortati a trasformare i loro giardini in habitat desertici con cactus e altre piante che hanno bisogno di pochissima acqua. Alcuni lo faranno, immagino, ma questa è la soluzione per i pigri e gli avari. Un po' come l'edera finta dei tuoi vicini, no?

      Elimina
  7. Questi sono fuori di testa..

    RispondiElimina
  8. recentemente ho avuto a cena un tizio assai ricco che abita nel villone californiano da 30 stanze e mi diceva che non si puo tirare l acqua finche; il cesso e' pieno, per via delle restrizioni. Considerato com'e' fatto il cesso americano, che gioia e che visione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non esiste! Io non ho un giardino da innaffiare e quindi rivendico il diritto di tirare l'acqua del cesso!

      Elimina
  9. Non ci credo!!! Solo gli americani potevano inventarsi una simile trovata!

    RispondiElimina
  10. Aaaaaaahhhhh orroreeeeee!!!!!!! (immagina una faccia stile urlo di Munch). Che tristezza mamma mia! Che egoismo, che ignoranza e, ti dirò, che gran cattivo gusto!

    RispondiElimina
  11. Glielo potrei dire al mio vicino, che si ostina a tagliare l'erba ogni due per tre. Perché non dare una bella verniciatina in agosto, quando si ritrova l'erba secca per i troppi tagli? Oppure perché non asfaltare tutto e poi verniciare di verde? Intanto gli tirerò bombe di semi strani così gli cresce una giungla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tosaerba e i soffiafoglie sono i miei peggiori nemici, lo sai. Ma se gli butti le bombe di semi, dopo non è che il vicino aumenta l'attività?

      Elimina
    2. Spero che tra i semi ci sia una pianta carnivora... o un rampicante che cresca venti metri e se lo porti via per un po', tipo Jack e i fagioli magici - la rivincita della natura! ;)

      Elimina
  12. Che orrore! di questo passo non mi immagino se qualcuno volesse colorare di profondo blu le acque dell'alto Adriatico, notoriamente di un azzurro pallido, causa fondo sabbioso. PS lo scrivo qui, luogo notoriamente frequentato da persone sagge, diversamente credo che qualcuno ci proverebbe sul serio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi vengono in mente romanzi di fantascienza distopica...

      Elimina
  13. S.P.Q.A. Sono Pazzi Questi Americani ...

    RispondiElimina
  14. terribile!! quando si dice al peggio non c'è mai fine :((

    RispondiElimina
  15. Ma noooo! A sto punto, scusa, ma non è meglio un bel tappetino di erba sintetica?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, anche secondo me. Fa quasi schifo uguale ma almeno non inquina... se non pensiamo al materiale di cui è fatto e a come è stato prodotto...

      Elimina
  16. incredibile ed orrendo... preferisco diecimiliardi di volte un prato di erba secca... ma naturale "genuina", che non artificiosamente verdeggiante...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me l'idea migliore sembra quella di un giardino di piante grasse. La California si sta trasfornando in un deserto, tanto vale prenderne atto e adattarsi.

      Elimina
    2. concordo ottima idea :) tra l'altro amo le piante grasse, alcune sono piccine picciò ma fanno dei fiori talmente grandi e meravigliosi

      Elimina
  17. Ci sarebbe da ridere, se non fosse da piangere ... qui da noi invece, l'erba è sempre alta (non si riesce mai a tagliarla, perché è sempre bagnata da pioggia insistente). No, signora mia, non esistono più le stagioni di una volta :)

    RispondiElimina
  18. Ah! Dipingere l'erba! Ma allora il Paese delle Meraviglie esiste davvero!

    RispondiElimina
  19. Io poco tempo fa sono stato per lavoro in una casa molto grande con un prato che da fuori sembrava tutto verdissimo e ho detto "Cavolo, che roba" e poi era erba sintetica e i bambini contentissimi ci giocavano sopra. I bambini avevano i capelli Lego/Playmobil.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece io ieri ho visto un posto dove si coltiva l'erba per i campi da golf e per chi vuole il giardino come un campo da golf: terreni completamente sterili che, una volta cresciuta l'orrida erbetta semifinta, vengono affettati e arrotolati come tappeti e spediti a destinazione.

      Elimina
    2. Vista anche io una roba del genere. Il mio primo pensiero è corso alle girelle, il dolce di quando ero bambino...non so te le ricordo...questa volta in versione vegetariana ma con qualche sconvolgimento allo stomaco...

      Elimina