lunedì 12 settembre 2011

"Go the Fuck to Sleep": un bestseller per l'infanzia


The cats nestle close to their kittens now.
The lambs have laid down with the sheep.
You’re cozy and warm in your bed, my dear
Please go the fuck to sleep.

Sul retro di copertina c'è scritto: "Probabilmente non dovreste leggerlo ai vostri figli". Go The Fuck to Sleep è un libricino di 32 pagine scritto da Adam Mansbach, illustrato da Ricardo Cortés e pubblicato da Akashic Books.

Descritto come "un libro per l'infanzia dedicato agli adulti", è schizzato al primo posto sulla lista dei bestseller di Amazon un mese prima della pubblicazione, grazie a un'involontaria campagna di marketing virale in cui i librai hanno distribuito via email le copie in formato  PDF.

A dire il vero, il libro cominciò ad avere successo ancora prima di venire scritto, quando Mansbach annunciò su Facebook di voler scrivere un libro per bambini intitolato Go the — to Sleep, e decise di farlo sul serio dopo aver visto la reazione entusiastica degli amici.

Il testo è molto semplice, una serie di filastrocche in rima che contengono la parolaccia come commento ai soliti trucchi usati dai bambini per rimandare l'ora della nanna ("I know you’re not thirsty. That’s bullshit. Stop lying. / Lie the fuck down, my darling, and sleep").

Il sollievo di poter finalmente esprimere le proprie frustrazioni, l'ironia ammiccante delle illustrazioni carine che accompagnano il testo irriverente, hanno fatto di questo piccolo libro un grande bestseller. I nostri amici con figli piccoli ce l'hanno tutti. Un'amica che ha appena avuto un bimbo me ne ha passato una copia perché gliene hanno regalate troppe e non sa più a chi darle.

Fra i personaggi celebri che si sono cimentati nella lettura di Go The Fuck to Sleep ci sono Samuel L. Jackson e Werner Herzog. La rivista MensHealth.com ha pubblicato una risposta "dalla parte dei bambini", una poesia dal titolo Get the F**k Out of My Room.


Mi domando se verrà tradotto in Italia. Non dovrebbe essere difficile, visto che nella nostra lingua non mancano le parole che finiscono in -azzo. Pupazzo, ragazzo, terrazzo... Ma  il punto è: funzionerebbe?

15 commenti:

  1. Ah ah ah!Questi ammmericani!Chissa', forse e' da provare: a scuola, a casa, con la baby sitter...
    sdoganiamo le parolacce, cosi poi, poverini, quando andranno in TV saranno giustificati. (troppo sarcastica?!?) ;)

    RispondiElimina
  2. No. Assolutamente non funzionerebbe.
    :-)

    RispondiElimina
  3. Ma ho un'idea per un best seller nostrano (che forse non funzionerebbe in USA). Un libro per minorenni intitolato:
    "Get the fuck in bed. Memoirs of a Premier."
    Che dite?

    RispondiElimina
  4. Eppure... neanche qui avrei pensato che potesse funzionare, e invece è diventato un bestseller. E su facebook, dove ho pubblicato il post, ho ricevuto commenti positivi di genitori divertiti. Tu credi che non funzionerebbe per motivi "poetici" (suonerebbe male) o per motivi "morali" (leggi: zero senso dell'umorismo?)
    Detto questo, chiudo tutto e vado in vacanza.

    RispondiElimina
  5. :-DDD Non avevo letto il secondo commento! (Risata amara, ovviamente)

    RispondiElimina
  6. Se servono suggerimenti per migliorare il libro posso presentare all'autore un mio collega che sono cinque anni e due figli insonni che non chiude occhio...

    RispondiElimina
  7. Ma no, forse funzionerebbe anche qui, ma tra un mare di polemiche anche di ordine morale, credo. A me l'idea piace. Ho già postato il tuo link a genitori interessati. :-)

    RispondiElimina
  8. ciao Silvia,
    non ne avevo sentito parlare...
    Non credo funzionerebbe in Italia!
    Deve essere davvero difficile tradurre delle filastrocche, non credi?

    RispondiElimina
  9. ho idea che lo regalerei molto!;)

    RispondiElimina
  10. @Davida, Matteo, Sara, Lola, Giusi: la risposta nel mio post di oggi!

    RispondiElimina
  11. questo libro è appena uscito per mondadori http://www.librimondadori.it/web/mondadori/scheda-libro?autoreUUID=9e730c9f-5505-4940-b2af-aaf4920ad133&isbn=978880461404
    pare distribuiscano il pdf gratuitamente ma non ho capito quale sia il link :(
    azzurropillin

    ps: onoratissima di essere tra i blog preferiti!

    RispondiElimina
  12. Ciao, benvenuta! Sì, pochi giorni dopo aver pubblicato il post sull'edizione americana ho scoperto che stava per uscire quella italiana. E infatti ci ho fatto un altro post. Questo è il link al PDF con la versione italiana:
    http://www.librimondadori.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/6f35766b-8ce5-407b-ae6a-261f5c718e09/faistacazzodinanna.pdf

    RispondiElimina
  13. grazie per il link e scusa per la figuraccia: guardando il tuo blog su un pc con lo schermo più grande di 7 pollici e dotato di un software aggiornato mi sono anche accorta della figuraccia! (infatti speravo di riuscire a cancellare il commento sperando che fosse passato inosservato)

    RispondiElimina
  14. :-DDD Ma che figuraccia, scherzi? Magari fammi sapere cosa ne pensi, mi sono appassionata al dibattito fra chi lo considera liberatorio e chi troppo volgare.

    RispondiElimina
  15. immagino nessun genitore lo leggerà mai al proprio pargolo. però è liberatorio e dissacrante, mi piace molto. è un illustrato per genitori (non per caso è stato pubblicato dalla divisione adulti e non da quella per ragazzi).

    RispondiElimina