martedì 9 dicembre 2014

Alla salute del puma

Scrivere è faticoso, soprattutto se non si ha tempo per farlo. Mi mancate, ma devo cercare di rimanere concentrata, almeno finché non capisco dove sto andando a parare (sempre che stia andando a parare da qualche parte, perché non ne sono mica sicura). Intanto, naturalmente, traduco. Però il racconto sul puma mi piace. E per fortuna c'è Mr K che mi aiuta.


11 commenti:

  1. Silvia, tu scriva sul blog oppure no, siamo sempre con te!

    RispondiElimina
  2. Silvia, noi ci siamo sempre!
    Siamo i tuoi puma!! XD

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Concentrati. Sostegno morale. Vale poco, ma saperlo a volte aiuta. Buon lavoro e come direbbe uno sciamano: lasciati guidare dallo spirito del puma. L'ho inventato adesso, ma ci stava :) Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. l'importante è che tu stia bene, ecco ... e pure il puma

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutti, anche a nome del puma! :-)

    RispondiElimina
  6. Ci siamo, ci siamo, comunque noi ci siamo Silvia. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Sì, mi dispiace solo di non passarvi a trovare molto spesso :-)

    RispondiElimina
  8. io avevo tutt'altra idea ma quando ho scoperto cosa fare in caso di avvistamento di puma son rimasta un po' delusa, ma anche rassicurata, bisogna alzare le braccia per sembrare più grandi e il puma scapperà perché è un animale codardo... strano no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poverino, no, dai, non perché è codardo! :-D

      Elimina