giovedì 22 marzo 2012

Chaplin e Celentano: il gibberish come capolavoro

Il quinto capitolo del libro di David Bellos Is That a Fish in Your Ear, intitolato "Fictions of the Foreign: The Paradox of 'Foreign-Soundingness'", cita, fra l'altro, due splendidi esempi di gibberish (insieme di parole senza senso) creato per suonare "straniero". Nel primo caso, per suonare francese (o meglio, come dice Bellos, "Generic Immigrant Romance") a orecchie inglesi, e nel secondo caso per suonare inglese a orecchie italiane. I risultati sono due capolavori.

Il primo esempio vede come protagonista Charlie Chaplin in Tempi moderni. La canzone è Je cherche après Titine, ma le parole sono inventate. Bellos ne trascrive il testo, a orecchio (e per lettori di lingua inglese), a pag. 47-48 del suo libro.


Se bella giu satore                                 Sa montia si n'amura
Je notre so cafore                                 La sontia so gravora
Je notre si cavore                                  La zontcha con sora
Je la tu la ti la toi                                  Je la possa ti la toit

La spinash o la bouchon                         Je notre so lamina
Cigaretto Portabello                               Je notre so consina
Si rakish spaghaletto                              Je le se tro savita
Ti la tu la ti la toi                                   Je la tossa vi la toit

Senora pilasina                                       Se motra so la sonta
Voulez-vous le taximeter?                      Chi vossa l'otra volta
Le zionta su la sita                                 Li zoscha si catonta
Tu la tu la tu la oi                                   Tra la la la la la


Il secondo esempio, quello del gibberish che suona inglese a orecchie italiane, è naturalmente Prisencolinensinainciusol di Adriano Celentano, qui proposto in una versione con sottotitoli, aggiunti da una persona di madrelingua inglese che cerca di "tradurre" la lingua inventata di Celentano. I risultati sono esilaranti, dal poco politiamente corretto "let a hooray maybe if the colored boss died", a "My eyes like sizziling and you're so gold with diesel. Eyes!", al ritornello: "You call me silver freezing cold and ants and I tools old. All right?" (con la variante "You done gone and made us jaywalk freezing cold and lacing our shoes off. All right?").
E il balletto è fantastico e Raffaella Carrà un mito.


20 commenti:

  1. Un bel modo allegro per cominciare la giornata. Grazie, Silvia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, sono contenta che ti abbia fatto lo stesso effetto. Le trascrizioni dei testi, poi, sono eccezionali. Credo che scriverò altri post su questo filone.

      Elimina
  2. Ci sarebbe anche il grammelot di Dario Fo, è la stessa cosa no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Potrei pensare a un altro post...

      Elimina
  3. Il video di Chaplin e' formidabile, non lo conoscevo!
    All fine del post mi e' venuta in mente la scena di Sheldon (The Big Bang Theory) che parla Mandarino... http://www.youtube.com/watch?v=qne4DeFvu2M

    RispondiElimina
  4. Avevo fatto ascoltare questa canzone di Celnetano ai miei amici in California, erano rimasti un po' li ma poi si erano messi a ridere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo provare con i miei studenti. Jonathon dice che anche a lui sembra che parli in inglese, anche perché i testi delle canzoni nella sua lingua spesso non li capisce neanche lui! ;-)

      Elimina
  5. Quella di Celentano non la conoscevo (shame on me)! Sono qui in biblioteca che la ascolto, preso da una irrefrenabile voglia di ballare! Grazie, Silvia, you just made my day!

    P.S. A me sembra che dica "My eyes like sizziling and you're so gold with... *basil*"? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, dice "with basil"!!
      Sì, mette proprio voglia di ballare, è un video fantastico da tutti i punti di vista. Il balletto anni '70 (con la Carrà che rotea la chioma) è impareggiabile.

      Elimina
    2. Vero, i ballerini sono molto bravi! Inoltre, la Carrà nel video ha una silhouette davvero notevole! Complimenti! :)

      Elimina
  6. Chiedo venia, non mi ricordo chi l'ha postato qualche giorno fa (seguo troppi blog!), ma l'ho trovato irresistibile!! http://www.funnyordie.com/videos/b7e6f00184/the-bensonhurst-spelling-bee-with-kelly-ripa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aaah! E' perfetto!! MUTZADEL, BRAHJZOOT e MADANAD! Adesso lo riposto su facebook!
      (Attenta con i blog, che poi diventa un lavoro!)

      Elimina
    2. Mi sa che gia' lo e'... Mi riservo di fare come diceva Pennac per i libri :)

      Elimina
  7. Post magnifico! Celentano non gode delle mie simpatie ma in questo pezzo è geniale!
    Ciao!!

    RispondiElimina
  8. Il pezzo di Celentano è il mio preferito (balletto incluso) :)
    A tal proposito ricordo Proietti: "Nu'me rompe er ca.." (Ne me quitte pas): "Toi à moi nu m'a da rompe er cà, no!"

    E adoro la scena in cui interpreta un napoletano con effetti esilaranti nel film (per me) cult di Arbore "FF SS cioè che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?" (Federico Fellini Sud Story).
    Eccolo!

    In quel film tra l'altro c'era anche Luotto che faceva degli sketch in "arabo" per tradurre il film per i fratelli arabi (assor't!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dici, lo aggiungo all'elenco dei film italiani da mostrare agli americani? Nel frattempo siamo finalmente riusciti a organizzare una proiezione di Fantozzi. Vi comunichero' al piu' presto i risultati.

      Elimina
    2. Evvai con Fantozzi! Quale proietterete della saga? (io tifo per il secondo).
      Non so per FF SS, forse è troppo per i non italiani! E' pieno zeppo di stereotipi e riferimenti al mondo del magna magna dello spettacolo e della smania di successo, attualissimo peraltro, il tutto condito con sana demenzialità: non so se potrebbe essere apprezzato.

      Elimina
    3. sì, hai ragione, troppo difficile. Già tremo al pensiero della delusione se Fantozzi non verrà capito.
      Certo, proietteremo il secondo, e indovina cosa ci sarà nel menu? ;-)

      Elimina