venerdì 4 novembre 2016

La gastronificazione dei dati: Mr K a Berlino


Finalmente un po' di vacanza. Sono nell'amata Berlino, al traino di Mr K che partecipa allo STATE Festival. Ci hanno messi in un albergo fichissimo, tutto a tema fratelli Grimm, con una colazione da fiaba che però stamattina ho saltato perché mi sono svegliata troppo tardi.

Ieri sera siamo andati all'inaugurazione del festival al bellissimo museo di storia naturale, dove ho fatto alcune foto agli scheletri dei dinosauri, ma ho dimenticato a casa il cavetto per collegare la macchina fotografica al computer e quindi per ora non posso pubblicarle. Ah, ho anche dimenticato a casa il bellissimo libro di Chiara che le altre volte mi aveva guidata in giro per la città. Ma tanto la vedo tra poco a pranzo e la interrogo. Queste sono le cose che succedono quando si lavora fino all'ultimo istante e non si ha neppure tempo di prepararsi alla partenza.

Comunque, se volete sapere cosa fa Mr K a Berlino (io per me stessa posso solo dire che sono qui per tornare al Liquidrom), QUI e QUI trovate due articoli, Questo è il Center for Data Gastronification del festival. Non chiedetemi altro, che tanto ho rinunciato a capire.

19 commenti:

  1. Vorrei essere nella vasca termale in questo momento!!! Ho guardato la lista delle SPAs e nessuna è qua vicino, c'abbiamo solo le terme per gli anziani ... il prossimo viaggio che pianifico, sarà per andare a galleggiare da qualche parte!

    RispondiElimina
  2. Cioè staresti dicendo che questa volta non hai capito nemmeno tu? E ora chi mi traduce dal misterkappese all'italiano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, ci provo vagamente. C'è la visualizzazione dei dati, no? Quella cosa per cui si fanno grafici di vario tipo per rendere i dati numerici più facilmente comprensibili e immediatamente afferrabili? Ecco, Mr K ha pensato di espandere questa metodologia dalla vista a un altro dei nostri sensi, e ha inventato la gastronificazione dei dati. Siccome nella pancia ci sono molti ricettori sensoriali (da cui il "ragionare con la pancia" di cui tanto si parla ultimamente), lui sostiene che si può capire una cosa, in questo caso i cambiamenti climatici, se la nostra comprensione passa dallo stomaco, e quindi ha creato questo sorbetto con gusti all'inquinamento per aiutarci a capire meglio.
      Ora, naturalmente l'ho spiegato malissimo perché come ti dicevo non ho capito tanto bene neanch'io, ma quando mi riprenderò dalla depressione e riuscirò finalmente a fare un post sulla nostra gita a Berlino proverò a spiegarlo meglio, almeno con qualche foto.

      Elimina
  3. Io non ho capito che "ci azzecca" il sorbetto con lo State Festival...
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti così non si capisce niente. Il sorbetto al limone era la base su cui venivano aggiunti dei liquidi "al gusto di inquinamento", come ho spiegato ad Amanda nel commento qui sopra. Prima o poi riuscirò a fare un post con le foto e forse si capirà meglio.

      Elimina
  4. Gastronificazione. Non so, ma mi piace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una parola talmente brutta che può quasi diventare simpatica.

      Elimina
  5. La meraviglia del Liquidrom! :O
    Ho curiosato gli articoli relativi al lavoro di Mr K... ma diamine! Roba fortissima! Appena ho tempo mi applico, son troppo curiosa.
    Buona Berlino ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, che meraviglia il Liquidrom! Ci sono stata a mollo per un'ora e mezza, ma solo perché avevo un biglietto per due ore, altrimenti ci avrei passato volentieri tutta la giornata.

      Elimina
  6. Rinuncio a capire anch'io (ma non a mangiare...) Berlino, però, che città! Se penso a tutte le potenzialità, le varietà, le opportunità, le avventure e gli incontri che l'Europa può offrire quasi quasi torno a viverci all'istante...... Un abbraccio e divertiti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non proprio tutta l'Europa, ma Berlino sicuramente sì!

      Elimina
  7. No ci voglio venire anch'io nell'albergo dei Grimm!!! Va beh, goditi il Liquidrom e una Berlino che sorprende e accoglie anche senza guida (che poi diciamocelo, ormai sei di casa lì!). E non ci abbandonare a noi stessi nell'arduo compito di comprendere il genio di tuo marito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Liquidrom è stato ancora meglio della prima volta, e l'albergo Grimm lo straconsiglio, anche perché, come forse un giorno riuscirò a raccontare se mi passa la depressione, è persino più conveniente dell'albergo scrauso dove siamo andati dopo.
      Questi giorni a Berlino li ricorderò come gli ultimi giorni di serenità prima della catastrofe.

      Elimina
  8. Che bello il museo di storia natuale, io ho una foto vicino allo scheletro del dinosauro, a parte le dimensioni ci assomigliamo (più che altro per il colore).
    Uffi, volevo esserci anche io a pranzo con voi...
    Buone vacanze!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'altra volta che c'ero andata mi ero persa il tirannosauro, brrr, che paura! Berlino bella come sempre, anche se sta davvero cambiando a vista d'occhio (e non per il meglio...).

      Elimina
  9. Ah, ah,ah, confermo quanto scrive Elle sopra: siamo stati anche noi in quello splendido museo a abbiamo un sacco di foto con gli scheletri di dinosauro ... e poi, sì, sarebbe bello essere a pranzo con voi (ci fosse il teletrasporto! ... quanto ci mettono ad inventarlo, prova a chiederlo a Mr K).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gliel'hanno già chiesto! Chissà che a grande richiesta non si decida a inventarlo.

      Elimina
  10. DIMENTICARSI LE COSE è UN CLASSICO! Buona permanenza :)

    RispondiElimina