domenica 10 giugno 2012

Lo yoga ossigena il cervello (ovvero: il Nirvana può attendere)

La nuova formula prevede la pubblicazione di post già pronti (finché ce ne sono), oppure di idee lampo come questa.

Amo lo yoga soprattutto per due motivi. Mi snoda la schiena e mi ossigena il cervello. Lo so che mentre pratico dovrei svuotare la mente e sciogliere l'ego nel Nirvana o comesichiama. Invece a me vengono idee. Mi ricordo cose dimenticate. Collego fatti distanti. Ecco, poco fa mi è venuta un'idea. L'umore è cambiato, ho di nuovo un obiettivo, un progetto a cui lavorare.

Grazie a tutti dei vostri bei commenti. (Orpo, è bastato che annunciassi un rallentamento e ho già perso un follower!)

14 commenti:

  1. Avanti tutta, Silvietta!;))

    RispondiElimina
  2. Ottimi effetti allora!
    Anche a me piacerebbe yogare, ma è già un miracolo che vada a correre un paio di volte a settimana. Dovrebbe esistere una pratica per sciogliere la pigrizia (senza muovere un dito)!

    RispondiElimina
  3. A me le idee vengono quando mi sto per addormentare! Infatti spesso il giorno dopo faccio fatica a ricordare la "genialata". Forse perchè da rilassati il cervello lavora meglio? Devo provare con lo yoga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il contrario del detto "la notte porta consiglio", insomma! :-)

      Elimina
  4. hahahahahaha :D
    bello, mi piace questa energia. Che donna!

    RispondiElimina
  5. Per me lo yoga è un ricordo di gioventù e ho sempre pensato che richiedesse doti 'atletiche'. Mai avuto idee, mentre lo facevo ;-) né raggiunto il Nirvana. Però gli esercizi di respirazione fanno bene. Ho l'impressione che generalmente si respiri abbastanza male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rose, io sono la persona meno atletica che esista! Lo yoga che faccio io è calmissimo, molto semplice e alla portata davvero di tutti, niente a che vedere con il turboyoga che fanno gli americani. Se vuoi chiedo al mio maestro se c'è una scuola dalle tue parti ;-)

      Elimina
    2. Grazie, Silvia. Per il momento devo fare fisioterapia, per i miei problemi. :-(

      Elimina
  6. Risposte
    1. Se ti interessa, il metodo che seguo io da tanti anni si chiama Viniyoga.
      Attenzione, però! In America hanno chiamato con lo stesso nome una delle loro innumerevoli varianti di turboyoga che non solo sono faticose e difficili, ma spesso anche controproducenti, in quanto non adatte alle persone che le praticano (posizioni a testa in giù per i principianti? Ma sì, certo, così sì che sei fico! Peccato che intanto ti distruggi le cervicali) e insegnate da maestri improvvisati ("in un weekend diventi guru e raggiungi l'illuminazione"!).
      Se ti interessa il viniyoga vero, quello soft e adatto a tutti, controlla che sia fatto nello stile che ti ho segnalato. Se nella pubblicità c'è qualcuno con un piede in bocca, vuol dire che è quello sbagliato.

      Elimina
    2. grazie, tutto molto dettagliato! piedi in bocca??? O_o :D

      Elimina
  7. Credo che mi farebbe molto molto bene!

    RispondiElimina
  8. Viniyoga è anche per chi beve cedrata, vero??:pp
    hahahaha battutonaaa!!=.='

    ^-^

    RispondiElimina