martedì 4 giugno 2013

Brevi da Berlino: la vasca amniotica del Liquidrom

La vacanza berlinese è finita, ahimè. Lo scambio di casa è andato bene, anzi, direi che quella casa me la sarei proprio tenuta. Questa sera, stanca per il viaggio e malinconica per il ritorno, ripenso volentieri al pomeriggio passato al Liquidrom, ossia il consiglio numero 67 della guida di Chiara sulla quale ho basato le mie giornate (e le mie cene) berlinesi (a proposito, squisito il ristorante Kasbah a Mitte).

Il Liquidrom è un centro termale, che oltre ad alcune normali saune (e al normale impiegato cafone all'ingresso) vanta la famosa vasca amniotica con acqua salata calda dove si galleggia in penombra con musica soffusa e ci si dimentica del mondo. Per un'ora buona, come nel mio caso. Poi si esce rammollite e con movimenti lunari si torna molto lentamente nel mondo. Un mondo dove ci sono almeno altri 99 centri termali che vale la pena di visitare. Questo però, il numero 9, è forse il meno caro della lista (grazie Berlino).

35 commenti:

  1. Che architetture spaziali hanno questi centri termali :-O
    Non sapevo che il liquido amniotico fosse salato ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-D No, liquido amniotico ce l'ho messo io per dare l'idea di cosa si prova in quella vasca.
      L'architettura è spaziale assai, e spesso anche la musica. Non aspettarti new age pallosa!

      Elimina
    2. ... io invece sono andata a controllare gli "ingredienti" del liquido amniotico: ovviamente ci sono anche sali minerali, ma era meglio se non controllavo :-/

      Elimina
  2. Che meraviglia! Un motivo per tornare a Berlino e anche per visitare gli altri 99 centri termali: i Romani la sapevano lunga quando hanno diffuso le terme in tutta Europa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se puoi, vai durante la settimana come ho fatto io, perché nei fine settimana sarà senz'altro affollato.

      Elimina
  3. Delle 100 terme dell'elenco ne conosco solo tre: sono interessanti, hanno delle peculiarità, ma sono ormai sempre troppo affollate e le valutazioni sono anche esagerate. Parlo di Saturnia, Gellért e Hilton a Roma. Sono stata in altre, in Ungheria e in Italia, che secondo me sono più interessanti, ben tenute e meglio usufruibili e, per loro e nostra fortuna, fuori dai circuiti. Un esempio: Bagno Vignoni in Toscana, un luogo magico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, allora bando alle terme per riccastri, tutti a Bagno Vignoni!

      Elimina
  4. Figo il Liquidrom!
    Certo che gli impiegati crucchi lasciano il segno...
    E bentornata in Italia (sigh).

    Ho visto le altre terme linkate, non mi piace in genere l'equazione terme=lusso, infatti le evito sempre come la peste, non riesco a rilassarmi, non mi sento a mio agio in quelle strutture...preferisco cose più sportive, come ad esempio le terme di Petriolo (forse te ne parlai già).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sigh sigh.
      Io sulle terme non faccio discriminazioni: lusso o non lusso lo decide solo il mio portafogli!

      Elimina
  5. Ma è bellissimo!!Non lo sapevo,sai? Vorrei tornare a Berlino..oh sì..se avessi i soldi per tutto :-( uff.. Hai fatto lo scambio di casa?Cioè loro vengono a casa tua e tu nella loro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è un modo di viaggiare economico che funziona bene. Nei prossimi giorni magari ci faccio un post.

      Elimina
    2. Ecco,sì,brava..che mi servirebbe proprio..Perchè voglio tornare a Berlino..o andare a Vienna..che so..:-)

      Elimina
  6. la vasca amniotica la voglio subito!

    RispondiElimina
  7. Ma io di questa vascona super rilassante non avevo mai sentito parlare. Mi rilasso solo a pensarci, ma dubito ce ne siano in zona. Mh. Magari chiedo in giro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei... il concetto in effetti è semplice, però io l'ho vista solo a Berlino.

      Elimina
  8. scriverei volentieri "101 terme da visitare nel mondo" (o pure solo in europa) ma, ahimé, dovrei sicuramente autofinanziarmi... così continuo a pubblicizzare quelle a basso costo dove posso permettermi di andare!
    nella lista delle 100 mancano colpevolmente le terme dei Papi di Viterbo: diabolicamente sulfuree e non troppo care.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quella lì è una lista per maledetti riccastri. Guarda che secondo me un libro sulle 100 migliori terme europee rilassanti anche per il portafoglio sarebbe un successone!

      Elimina
  9. A me piace fare sia il bagno che la doccia al buio, mi rilassa incredibilmente. Qui non mi sembra di avere mai sentito parlare di terme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che gli americani siano molto amanti delle terme, non è una tradizione locale e poi sono troppo puritani. A SF e nord California è diverso, il retaggio hippy ha creato molti amanti delle terme, che però in genere sono care o insopportabilmente new age o entrambe le cose.

      Elimina
  10. Io, per elevare all'ennesima potenza il relax, ci andrò solo se capiterò per caso là davanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sottovalutare il potere di attrazione del Liquidrom!

      Elimina
  11. Stupenda la foto che ti hanno fatto mentre eri in questa situazione di estasi rammollente ... si vede che stavi bene ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono io, l'ho presa da internet. Però ero uguale!

      Elimina
  12. Un po' di relax in una bella e grande vasca mi ci vorrebbe proprio.

    Un bacione cara

    RispondiElimina
  13. se ti dico che la vasca amniotica nn la conoscevo, dici che si capisce che alle terme non ci vado ? scherzo, ci sono andata 2 volte, una a quelle del Macchu Picchiu ed una a delle terme fuori Roma un pò sconosciute. Sto pensando di mettere una bella dose di sale nella mia vasca del bagno.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le terme del Machu Picchu?! Anch'io ci voglio andare!

      Elimina
  14. Oh. Che meraviglia questo Liquidrom. L'altra sera ci siamo concessi le terme di Bagno di Romagna ;-) mentre fuori c'era freeeddo. Belle le tue cronache berlinesi, e complimenti a Mr Keats.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello, intanto ho raccolto un po' di ottimi consigli termali!

      Elimina
  15. Decisamente questa tappa la aggiungo alla nostra settimana berlinese settembrina, mi sento più rilassata solo dopo aver letto il tuo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Straconsigliato! Però se puoi evita di andarci nel fine settimana. Io ci sono andata in un giorno feriale e la vasca era quasi vuota, ma presumo che il sabato e la domenica sia un po' zeppa.

      Elimina
  16. Meravigliosa :) io ho provato la vasca delle terme solo una volta in una nota località termale italiana, adoorooooo, questa sembra meravigliosa, semmai dovessi andare a Berlino ci farò un salto ;)

    RispondiElimina
  17. Devo proprio tornare a Berlino con le indicazioni dei tuoi post. Hai fatto lo scambio casa col sito scambiocasa.it o simili?
    Cavoli, devo proprio utilizzarlo anch'io.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quello che uso io si chiama Homelink. Pensavo di parlarne nei prossimi giorni.

      Elimina