domenica 30 agosto 2015

Le mie domeniche libere

Anche per quest'estate la scuola è finita. Spero che i miei studenti si siano divertiti quanto mi stavo divertendo io in questa foto, scattata durante una lezione.


Tornare a fare un solo lavoro - anche se intenso come la traduzione di Purity - dopo averne fatti due è quasi come essere in vacanza. Questa volta mi sono organizzata con una rigida disciplina militaresca - resa possibile dallo yoga e dal provvidenziale abbandono di facebook - che ogni tanto mi lasciava persino qualche ora libera per scrivere. E poi ho instaurato l'usanza della domenica libera. Sembrerebbe una cosa scontata, ma vi assicuro che per un freelance non lo è. Infatti Mr K questa storia della domenica libera non la capisce tanto bene, e mi segue con una certa riluttanza nelle mie uscite domenicali. Sì, perchè ho deciso che le domeniche libere devono essere utilizzate per andare a spasso e svagarsi completamente (che cosa strana, eh?), perché se rimango in casa finisce che mi attacco al computer e mi metto a lavorare.

Allora, cosa faccio nelle mie domeniche libere?

Per esempio vado a pranzo in un diner in mezzo alla campagna




Oppure vado a visitare i luoghi di Purity con una guida d'eccezione

Il New Leaf Market di Felton, dove lavora la madre della protagonista

Il parco dove la protagonista...
... nuota insieme a sua madre in questa pozza qui

Oppure vado a camminare sull'Earthquake Trail che passa proprio sopra la faglia di Sant'Andrea. E il mattino dopo c'è stato un terremoto, che però per fortuna non ho sentito perché dormivo ancora (anzi, mi sono svegliata proprio a quell'ora, alle 7. Probabilmente il terremoto mi ha fatto da sveglia).

Una fila di paletti azzurri segna il percorso della faglia

E per concludere la giornata, una vera esperienza americana: spannocchiare il granturco all'ora dell'aperitivo


47 commenti:

  1. Perfetto! Un solo lavoro, domenica libera, passeggiate e aperitivi: mi sa che San Francisco così ti piace di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo l'umore ne trae giovamento :-)

      Elimina
  2. benedetta sia la domenica della festa con le sue scoperte

    RispondiElimina
  3. condivido assolutamente le domeniche libere :) te mi conosci bene con i miei girettti in montagna :)) ci vuole proprio un giorno per staccare!

    RispondiElimina
  4. La domenica libera è una gran cosa! Si possono fare tante belle cose.

    RispondiElimina
  5. Belli questi giri!
    E le domeniche libere (e il sabato pure) quando si lavora il resto del tempo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti sarebbe meglio avere anche il sabato, perché con un giorno solo fai appena in tempo a gustare un po' di libertà che subito devi tornare al lavoro. Però va già bane così!

      Elimina
  6. Lo spannocchiamento mi ha sempre divertito :-)
    Credo sia un'ottima idea quella della domenica libera... mi piacerebbe provarci, ora che inizio di nuovo le lezioni :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra la scoperta dell'acqua calda, ma se la gente si è sempre riposata almeno un giorno alla settimana (idealmente due) un motivo ci sarà!

      Elimina
  7. Rivedrò sicuramente queste foto con altri occhi dopo aver aperto il libro (ci siamo quasi!). Però scusa, appunto perchè sei freelance, perchè scegliere proprio la domenica come giorno libero? A me non dispiace affatto averlo in mezzo alla settimana: ci sono meno turisti in giro e ti dirò, c'è pure quel non so che di soddisfacente nello stare in cazzeggio mentre gli altri lavorano :D
    Che bella quella risata immortalata nella foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ci ho provato, ma tutti gli altri sono liberi solo nel fine settimana (compreso Mr K, che da autentico workaholic preferisce prendersi la domenica libera perché tutti gli altri giorni ci sono sempre email e telefonate da ricevere da chi sta in ufficio), e passare i miei mercoledì liberi da sola non sarebbe molto divertente.

      Elimina
  8. Imporsi un allontanamento da Facebook mi sembra già una bella, vittoria. Mi ci iscrissi perché mi permetteva di condividere foto, chat tare e mandare messaggi a un'amica lontana e tutto con lo stesso strumento. Da quando è quotato in borsa tutti i post consigliati che trovo, inframmezzati a quelli di amici, mi disturbano e non di poco. Credo abbia perso molto del suo iniziale carattere innovativo e ...rivoluzionario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per rendere più sopportabile fb, scaricati Facebook Purity, un piccolo software che ti permette di eliminare tutto quello che non vuoi vedere, dalle pubblicità alla colonna che ti propina i post di tutti... quello che vuoi, insomma. Sulla mia pagina fb ci sono solo il news feed e i compleanni, tutto il resto è invisibile. E se vuoi eliminare le pubblicità da tutte le pagine che visiti, scaricati Adblock. Io ho anche Ghostery, che elimina tutti i tracker: in pratica nessun sito esterno può vedere quali pagine ho aperto. Sono molto attrezzata!

      Elimina
    2. Grazie dei suggerimenti, molto preziosi. D'altronde, come potrebbe non essere prezioso un software che si chiama ...Purity?!

      Elimina
    3. Nooo, non ci credo! Non me n'ero neanche accorta! E' una persecuzione :-D

      Elimina
  9. ma dimmi... Cosa si fa con le pannocchie dopo averle pelate? Non ho ancora capito come si cucinano, io so fare solo i pop corn o le pannocchie mini bollite e sono sempre curiosa quando vedo gli americani sgranocchiare il mais nei film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facilissimo! Le fai bollire per tipo tre minuti e poi le mangi con burro e sale. Mi dicono che sono buone anche alla griglia, ma non le ho mai provate. Mi dicono anche che qui negli Usa sono più buone che in Italia, ma questo sarà dovuto agli OGM ;-)

      Elimina
  10. Ti trovò bene!!

    Anche io voglio passeggiare sulla faglia!!!

    RispondiElimina
  11. Buone domeniche! E mangia le pannocchie anche per me, cotte al vapore e salate sono il tipico street food ungherese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ecco, una cosa in comune! Qui però non sono street food, purtroppo. Sarebbe un'ottima idea.

      Elimina
  12. Posso averti come insegnante nel mio prossimo corso, qualunque esso sia? Hai davvero l'aria di chi sta facendo una cosa che le piace e in cui sta bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, però io insegno italiano, non credo che ti serva! Se vuoi ti faccio un corso di traduzione :-)

      Elimina
    2. Italiano va benissimo, grazie: ho l'analfabetismo di ritorno. Un caso acuto.

      Elimina
  13. Hai fatto benissimo per le domeniche libere!!! Pure io quando lavoravo da freelance dovevo fare così altrimenti era un lavoro continuo! Che sogno visitare i luoghi di un libro che stai traducendo <3

    RispondiElimina
  14. Per raggiungere i propri obiettivi e rigenerare anima e corpo bisogna mettere insieme, come fai egregiamente, una rigida disciplina e le domeniche libere. Grazie delle foto stupende. Ho comprato l'inserto del Sole 24ore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io, anch'io l'ho comprato! (cioè, l'ha comprato il mio papocchio, e io gliel'ho fregato).
      Il capitolo mi ha incuriosita tantissimo, adesso aspettiamo il libro.

      E poi, se avete letto l'inserto.... ma non hanno mica ragione a dire che il vero Grande Romanzo Italiano è "I vicerè" di De Roberto, che nessuno si fila manco di striscio?

      Elimina
    2. L'inserto mi aspetta a casa in Italia (a me lo ha comprato la mamma). Sono curiosa di leggere la parte sul Grande Romanzo Italiano.

      Elimina
  15. ho sempre ammirato (o invidiato?) chi riesce a darsi una disciplina militaresca.. Ma dimmi un po' davvero ci sei riuscita grazie a quel famoso maha mudra? E poi però.. non ci hai più fatto sapere se il tuo insegnante ha detto se potevi praticarlo tutte le mattine! (?)

    Woow.. che domenica emozionante nella Purityland!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In genere trovo che lo yoga, praticato con costanza, sia molto utile per autodisciplinarsi, ma questo maha mudra secondo me è potentissimo! Ho persino cambiato completamente i miei ritmi lavorativi: io che ho sempre lavorato dal primo pomeriggio alla sera inoltrata, mi ritrovo a lavorare dal mattino presto a metà pomeriggio. Una trasformazione radicale.
      Il maestro mi ha detto di praticarlo per non più di tre giorni alla settimana e di alternarlo con altre sedute, altrimenti potrei ritrovarmi su un piano di realtà un po' alterato (!!).

      Elimina
  16. Certo che ti divertivi proprio a insegnare, a giudicare dalla foto!

    Immagino te e Mr K arrivare in quel diner a bordo della decappottabile parcheggiata davanti :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io preferisco non immaginare Mr K, il parcheggiatore più imbranato del mondo, mentre cerca di parcheggiare quel macchinone :-D

      Elimina
  17. Tra le cose scritte, invidio tantissimo il tuo respirare i luoghi di Purity, libro del quale ho letto l'estratto su IL trovandolo molto interessante (mi ha fatto venire voglia di leggere subito il libro, anzi, nell'attesa iniziare a leggere i precedenti romanzi di Franzen).
    p.s. meraviglioso il laghetto, non oso immaginare cosa vi succede ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, no, nel libro solo un innocuo bagnetto. Il resto del libro non è come il capitolo che hai letto :-)

      Elimina
  18. In effetti anche le religioni prevedono un giorno di riposo a settimana. Se si lavora sodo tutta la settimana, una pausa non può che fare un gran bene. Però a seconda del lavoro/dei lavori che si fanno non è per niente scontato. Io ho lavorato spesso anche di domenica, negli ultimi anni per prepararmi le lezioni. Alcuni colleghi, però, si rifiutano categoricamente. Punti di vista! :)
    La prima foto è bellissima! Ma senti... quale vino bianco è abbinato alla pannocchia di mais?Barbara
    PS Sono in ritardo col (mio) recupero della lettura di Franzen. Ad agosto mi sono persa dietro a due biografie un po' particolari: di Salinger e di Ginsberg e mi sono un po' alienata! :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non me lo ricordo! Però sto scoprendo che i bianchi californiani mi piacciono più dei rossi (il problema qui non è tanto la qualità, quanto il rapporto qualità-prezzo. Un po' come tutto, da queste parti). Potrebbe essere un Sauvignon Blanc.

      Elimina
  19. I luoghi sono certamente eccezionali ma quella risata in classe vince l'Oscar per la simpatia.

    RispondiElimina
  20. Brava. Io sto dedicando una domenica libera e piovosa a recuperare la lettura di blog amici (e curare un po' il mio). Buone domeniche!

    RispondiElimina
  21. La domenica libera mi sembra cosa buona e giusta, spero di poterla reinstituire pure io presto :D ma il granturco spannocchiato come l'avete mangiato alla fine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bollite tre minuti e poi spalmate di burro salato. Bbone!

      Elimina