mercoledì 15 giugno 2016

Aggiornamenti veloci

Di corsa, mentre ci prepariamo per andare a Londra a presentare il libro di Mr K, vi lascio giusto un paio di aggiornamenti:




1) Aggiornamento fantozziano: venerdì sera, dopo la presentazione a Verbania e l'ottima cena in un posto paradisiaco dove vado più spesso che posso, mentre camminavo spedita per prendere il traghetto sono inciampata in una radice e sono volata giù da un gradino atterrando sulle mani (certo, meglio che sulla faccia), massacrandomele. Ho detto al mio maestro di yoga che grazie alle sue asana per rinforzare i polsi non mi sono rotta niente, però vacca boia che male.

Nella foto io e Mr K prima della caduta. Davanti a noi, da sinistra a destra: panna, marron glacé, cioccolato fuso e mascarpone.





2) Aggiornamenti sul libro: sono uscite un po' di recensioni, le trovate nella colonna qui a destra. 
Inoltre, il numero estivo di IL in edicola venerdì 17 conterrà otto racconti originali di otto scrittrici italiane, fra le quali ci sarò anch'io. Un nuovo racconto, un nuovo sogno-incubo americano.

36 commenti:

  1. Così alle prossime presentazioni del tuo libro puoi dire che per scriverlo hai sudato sangue (dalle mani) e trasformarti in una sorta di Madre Pia!

    RispondiElimina
  2. Sai che anche io con lo yoga (nonostante batta la fiacca) ho riscontrato vantaggi in imprevvisti quotidiani: le braccia soprattutto sono più forti :D
    Un nuovo sogno-incubo, paura! Tengo d'occio la colonnina degli appuntamenti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalle vostre parti ancora niente, ma sarò a Pordenone in settembre, per il festival Pordenonelegge. Troppo lontano?

      Elimina
    2. Come venire sul lago Maggiore, sembrerebbe.
      Ma se provo ad indovinare la data, non so perché, mi vengono in mente solo i giorni in cui saremo in Sardegna... e infatti è così :(

      Elimina
    3. Pordenone va bene per me. Sono già stata l'anno scorso a Pordenonelegge,e ci ritorno volentieri. Porterò il tuo libro per l'autografo. Mi farà molto piacere salutarti "dal vivo".
      Ciao Silvia e,mi raccomando di fare attenzione ai trabocchetti in agguato del suolo.
      Un abbraccio, Nou.

      Elimina
    4. Benissimo, Nou, allora aspetto di incontrarti a Pordenone :-)

      Elimina
    5. @Elle: nooo! Vabbè, però vi capisco. Ci verrei anch'io in Sardegna!

      Elimina
  3. Occhio alle ... Roots, dunque (superfluo dirti cosa sono).

    RispondiElimina
  4. Le fantozzate rendono umani (si dice così ;-) ) Io per una caduta da radice qualche mese fa ho avuto necessità di di fare 4 sedute dalla fisioterapista osteopata (e non dico altro) però io non pratico yoga da troppo... Le recensioni le voglio leggere dopo che lo avrò finito, è una mia regola ;) Comunque avendolo iniziato, e rimandato alle vacanze per gustarmelo in pace, ne immagino il tenore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu caduta?! Che roba brutta, eh? Una cammina tranquilla e d'un tratto, spatapam, finisce per terra :-(

      Elimina
  5. Ma cosa sono quelle montagne bianche meravigliose davanti a voi!?! Davvero, il paradiso. Da morirci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho scritto nel post! Tu sei fermata davanti alla foto e non hai visto più niente :-D

      Elimina
    2. C'era panna per due reggimenti su quei piatti :D

      Elimina
    3. Ah ah ah! No, il mio "cosa sono" era più un "ma che roba orgasmica possono essere una volta assaggiate?!". Cosa fossero l'avevo letto, e ben attentamente, purtroppo per me visto che erano le 11 del mattino! :-D

      Elimina
    4. Comunque la panna era per gli altri: a me l'unica cosa che piaceva su quei piatti era il cioccolato.

      Elimina
  6. Bedda: spero che le mani stiano guarendo così puoi firmare le copie del tuo libro alle varie presentazioni. Io sono ancora - oltre che ossessionata da esami e scrutini - all'ultimo capitolo di Purity, libro davvero sconvolgente, coinvolgente e tristemente grandioso. I jeans di Bruce Springsteen sono il mio regalo di lettura appena chiude la scuola. Le recensioni altrui le leggerò dopo aver scritto la mia. :)

    RispondiElimina
  7. Paura! ... ma per fortuna non ti sei fatta nulla, e allora meglio che torni a mangiare in quel posto: quando si cade dalla bici bisogna risalirci ;)
    p.s. invitati quei dolci (e il congnome dei proprietari, ho notato, è quello dell'Alligatore di Carlotto ... motivo in più per segnarmelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per tornarci ci torno senz'altro, anche se sono passati ormai dieci giorni e la ferita alla mano non si è ancora richiusa... ma ora vado a rispondere alla tua intervista!

      Elimina
  8. Ma quanto è bella quella foto <3
    E' scientificamente provato che quando una persona si rilassa ed è felice..tac!succede qualcosa ;-)
    Però, stavolta ti sei difesa bene dalle sfighe, brava!

    Ah, ma non sapevo della presentazione di Mr K! Ormai non faccio più in tempo a ordinare il libro (o lo trovo da Waterstones?)

    Però... proprio oggi è arrivato..... il tuo! Phew

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Phew?! Con la sudata che mi hai fatto fare? :-D

      Elimina
    2. Uahaha sííí uno dei momenti piú esilaranti :-D

      Beh, alla fine te la sei cavata benissimo! (anche setutte le volte che apro il libro e vedo scritto "Silva", mi viene in mente Silvan :-D

      Elimina
  9. Non è che le leccornie precedenti alla caduta hanno influito in qualche modo? L'importante è che non ti sia fatta nulla.

    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno insinua che si tratti del vino precedente alla caduta, ma io nego categoricamente.

      Elimina
  10. 1ahahah :) a scelna è buffa però! io ieri sera per ..correre dalla bambina piangente sono volata giù dal letto :) ahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metti un materasso ai piedi del letto, così se rotoli giù non ti fai male :-D

      Elimina
  11. A questo punto che dire...buona vacanzina londinese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatta! Ora ripartiamo per tre giorni in montagna :-)

      Elimina
  12. Mannaggia, leggo solo ora, quindi ho perso il numero IL con il tuo racconto... :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi uscirà da qualche altra parte...

      Elimina