mercoledì 14 marzo 2018

Una gita in North Carolina/1. Mele caramellate e persiane finte

Tutti mi chiedevano: "ma cosa ci vai a fare in North Carolina?"
Be', un po' per accompagnare Mr K, che insegna per un semestre ad Asheville, e un po' per vedere "l'entroterra" degli Usa, visto che finora sono sempre stata solo sulle coste (e a New Orleans, che è comunque un posto unico). E poi la zona di Asheville è molto bella, ci sono le Blue Ridge Mountains, le Smoky Mountains, insomma, un sacco di mountains, e io volevo farmi un giro sul famoso Appalachian Trail descritto così gradevolmente da Bill Bryson in Una passeggiata nei boschi.

Tanto per cominciare con le cose esotiche, all'aeroporto di Charlotte ho visto un negozio di mele caramellate come non ne avevo visti mai



Arrivata ad Asheville ho scoperto che, al contrario che in California, qui l'inverno esiste. Ma noi stavamo calduccio in una casa vicina al campus, dove il riscaldamento ad aria forzata faceva un  rumore da aspirapolvere giorno e notte, solo che invece di aspirare l'aria la buttava fuori, riscaldata ma non filtrata a giudicare dai granelli di polvere che tossivo fuori in continuazione (un po' come nel mio racconto Ganja yoga). D'altronde l'intera zona non brilla per l'alta qualità dell'edilizia, tra i soliti, onnipresenti strip mall e le casette tirate su con lo sputo. Il rapporto case-chiese qui è 1:1, e le chiese sono all'80% battiste (le altre metodiste e avventiste del 7° giorno). 
La nostra casa, oltre al riscaldamento a vortice, sfoggiava un'altra caratteristica inquietante: le persiane finte. Non me n'ero mai accorta, ma Mr K dice che le persiane finte abbondano dappertutto. In effetti, dopo averle notate nella nostra casa, ho cominciato a vederle dovunque. Eccole. Sono finte. Appiccicate al muro. Gliene frega così poco di capire a cosa servono, che le fanno persino più piccole della metà della finestra.



Qualcuno dirà: ma tu vai in North Carolina e noti solo mele caramellate e persiane finte? Perché cos'altro c'è da notare? Per l'avventurosa passeggiata nei boschi, aspettate la prossima puntata.

20 commenti:

  1. Voto per le mele caramellate :)

    RispondiElimina
  2. Ho letto il post con Fra, che sta ancoroa ridendo per le persiane! Io invece pensavo alle chiese, sarà estremamente difficile riempirle! O vengono da fuori a sentire le celebrazioni? O di riusniscono oggi in una domani in un'altra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è proprio un mistero. Credo che ci siano delle capanne nascoste nei boschi dove vive della gente bizzarra che viene fuori solo per andare in chiesa.

      Elimina
  3. Le persiane finte? L'esaltazione dell'apparenza... da vomito. Dai, ci devi scrivere un racconto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le infilerò sicuramente da qualche parte!

      Elimina
  4. Mentre staccavo lo zucchero che sembrava essermisi appicciato tra i denti (il ricordo dell’ultima fattura del dentista è trooopppo vicino per farmi tentare dalle mele caramellate), mi son chiesta che gusto ci troveranno nell’avere le persiane finte (piccole in quel modo, poi, sono orribili anche esteticamente).
    E mi son ricordata del mio amico, stupito del fatto che non avessi mai letto nulla di Bill Bryson. Un sacco di roba concentrata in un solo post…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio, è veramente simpatico. Nel periodo peggiore della mia insonnia stavo leggendo I frantumi dell'America di George Packer, bello ma terribilmente deprimente; quando sono passata a Bryson le mie notti insonni sono diventate meno angoscianti.

      Elimina
  5. Cavolo, le persiane finte! Mi chiedo se non avessero speso meno con un tromp d'œil!
    Attendiamo il resoconto sulla camminata, trepidanti. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri sera lo stavo raccontando ai miei suoceri e mi hanno detto che le hanno anche loro! Non ci avevo mai fatto caso. Che figuraccia! :-D

      Elimina
  6. questa cosa delle persiane finte è un po' folle!

    RispondiElimina
  7. Ciao Silvia...
    Abbraccio :-)

    RispondiElimina
  8. Ciao,
    Ho messo a vostra disposizione un prestito da 3.000 € a 900.000 € a condizioni molto semplici a un tasso di interesse del 2%. Faccio anche investimenti e prestiti tra individui di ogni tipo, offro crediti a breve, medio e lungo termine. Non sappiamo dei tuoi usi e i nostri trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della transazione. Per tutte le tue richieste fai proposte in relazione a tariffe e rate di pagamenti e sarò con il tuo aiuto. Infine per maggiore comprensione, contattami
    danielapetrucci07@gmail.com
    Grazie


    Ciao,
    Ho messo a vostra disposizione un prestito da 3.000 € a 900.000 € a condizioni molto semplici a un tasso di interesse del 2%. Faccio anche investimenti e prestiti tra individui di ogni tipo, offro crediti a breve, medio e lungo termine. Non sappiamo dei tuoi usi e i nostri trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della transazione. Per tutte le tue richieste fai proposte in relazione a tariffe e rate di pagamenti e sarò con il tuo aiuto. Infine per maggiore comprensione, contattami
    danielapetrucci07@gmail.com
    Grazie

    Ciao,
    Ho messo a vostra disposizione un prestito da 3.000 € a 900.000 € a condizioni molto semplici a un tasso di interesse del 2%. Faccio anche investimenti e prestiti tra individui di ogni tipo, offro crediti a breve, medio e lungo termine. Non sappiamo dei tuoi usi e i nostri trasferimenti sono forniti da una banca per la sicurezza della transazione. Per tutte le tue richieste fai proposte in relazione a tariffe e rate di pagamenti e sarò con il tuo aiuto. Infine per maggiore comprensione, contattami
    danielapetrucci07@gmail.com
    Grazie

    RispondiElimina
  9. Le persiane finte sono un mondo... da approfondire in un racconto, dai, Silvia, accontentaci. Certo che bisogna essere profondamente "avanti" per apprezzare certe cose ;-)
    Anche io attendo trepidante il prossimo post sulla camminata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo periodo ho poco tempo, ma ce la farò!

      Elimina
  10. Non so cosa dire sulle persiane finte ....rimango un pò così, per una come me che vedere una luce anche da dietro le tende vuol dire piombare nell'immaginario di una vita che si muove dietro la lente mentale del vetro... mah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi qui non solo non si usano le persiane vere, ma neppure nessun altro sistema per oscurare le stanze, a parte le tende che però lasciano passare la luce. Quando sono qui dormo sempre con la mascherina!

      Elimina
  11. Mio figlio, che abita non lontano da S. Francisco, mi indicava le persiane finte di un quartiere vicino al suo: io non volevo credergli, continuavo a dire che era impossibile, poi ho dovuto constatare che erano più strette delle finestre e che, sì, erano cementate al muro...è stato un shock... Il nome del quartiere era Tuscany ed ho ipotizzato che si fossero ispirati a qualche rivista di architettura con foto di ville toscane con le finestre spalancate e che non abbiano capito bene la funzione di quelle "cose" laterali di legno; però non hanno badato nemmeno alle proporzioni delle misure!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mirella, sono contenta di non essere stata l'unica a notarle. Molto plausibile anche la spiegazione: probabilmente hanno pensato di imitare quei maestri di design degli italiani, senza capire che di solito il design ha una funzione.

      Elimina