giovedì 7 luglio 2011

Ritorno a San Francisco

Durata del viaggio "da porta a porta": 24 ore e 30 minuti. Entità del jet lag: massima.

L'emozione di entrare per la prima volta negli Usa dalla fila per i "cittadini" all'aeroporto di New York? Completamente offuscata dal nervoso di aver dimenticato la stecca di sigarette del Duty Free sull'aereo. Quando viene il mio turno, l'agente dell'Immigrazione guarda la mia tessera dell'Advance Parole e gentilmente dice che lui quella roba non l'ha mai vista, non ci capisce niente e deve mandarmi nell'ufficio sul retro, dove sono più competenti e hanno computer migliori. Lì dentro, infatti, un altro agente, dopo aver guardato di nuovo la mia tessera scuotendo la testa e mormorando "What the fuck" con un'aria da Robert De Niro in Taxi Driver, mi chiede gentilmente quanto tempo sono stata via e se non ho ancora ricevuto la Green Card, perché il suo computer gli dice che è stata già rilasciata. Dopodiché, senza aggiungere altro, mi lascia andare.

All'interno, ormai in territorio statunitense, trovo un'impiegata della Delta con l'aspetto fisico e il carattere di uno dei vecchietti del Muppet Show, che nel giro di mezz'ora mi fa recuperare la stecca di sigarette, consentendomi un risparmio totale di 75 euro (i 35 della stecca più i 40 della medesima stecca comprata online a prezzo stracciato qui negli Usa) e rendendomi finalmente felice.

Ieri sera, arrivando finalmente a casa, ho trovato la Green Card nella buca delle lettere: spedita l'8 giugno, due giorni dopo la mia partenza per l'Italia! Eccola, con le doverose cancellazioni salva-privacy.

Qui naturalmente c'è la nebbia e fa freddo, ma sarò così impegnata che me ne accorgerò appena.

Infatti sto traducendo questo.
E poi questo.
E presto comincerò a insegnare italiano qui.

Insomma, io ci proverò a non trascurare troppo il blog, ma non garantisco niente. E adesso vado a fare un po' di yoga perché la mia schiena urla.


18 commenti:

  1. Ben tornata Silvia. Auguri per la greene card. Altri 5 anni e sarai americana.

    RispondiElimina
  2. Complimenti! Ma com'è che la devi rinnovare tra due anni?

    RispondiElimina
  3. @Eleonora: per i primi due anni ti rilasciano una GC temporanea, che poi viene rinnovata per avere quella definitiva. Fin qui ho capito, per il resto (per esempio il tempo massimo che posso trascorrere fuori dagli Usa senza problemi, che all'inizio pensavo fossero tre mesi, mentre adesso sembra che siano sei ma possano diventare di più, però non si sa bene con quali conseguenze su un'eventuale richiesta di cittadinanza...) mi affiderò di nuovo all'avvocato.

    RispondiElimina
  4. Congratulazioni e bentornata a casa! ;-)

    RispondiElimina
  5. Congrats!! Io ho appena fatto le improntine digitali e tra poco ho il colloquio! :)

    Non per smentire emigrante, ma potrai diventare cittadina tra 3 anni dal rilascio della green card (se fatta per matrimonio con un cittadino americano, che mi pare sia il tuo -nostro!- caso. Sono 5 nel caso di green card presa per lavoro).
    Puoi uscire dagli usa per quanto tempo vuoi, ma se sono piu' di 12 mesi devi pagare una tassa e chiedere una specie di permesso. Infatti, per mantenere attiva la green card, basta rientrare negli USA entro 12 mesi (anche solo per 2-3 giorni). Se l'uscita e' superiore a 12 mesi bisogna chiedere un reentry permit e pagare una tassa (l'ha fatto una mia amica). C'e' pero' sempre il rischio che te la ritirino.. nulla e' garantito. L'importante e' non firmare nulla in aeroporto (tipo un foglio di rinuncia alla green card...) e se fanno storie chiama l'avvocato.
    Per quanto riguarda la cittadinanza, puoi uscire dagli USA, ma nel sito web del governo c'e' scritto che uno dei requirements per la cittad e': Be physically present in the United States for at least 18 months out of the 3 years immediately preceding the date of filing the application.
    Comunque trovi tutto sulla pagina di USCIS. E' spiegato molto bene.

    Scusa il papiro! Noi stiamo facendo tutto senza avvocati e quindi stiamo diventando esperti! Per fortuna il migliore amico di mio marito e' sposato con una ragazza tedesca da 5 anni (2 dei quali hanno vissuto in Germania) e ci sono gia' passati (lei ha fatto l'esame per la cittadinanza un paio di settimane fa).

    Se scopri qualcosa tramite il tuo avvocato tienici aggiornati, noi lettori del blog :)

    giulia

    RispondiElimina
  6. Scusa l'italiano pessimo e le mille ripetizioni.. ho scritto il commento tra un lavoro e l'altro.

    giulia

    RispondiElimina
  7. Grazie Giulia!! Queste sono informazioni utilissime e anche molto confortanti, visto che inizialmente avevo capito che l'assenza massima concessa fosse solo di tre mesi. Dodici mesi invece sono un lasso di tempo piuttosto ragionevole, direi. Diciotto mesi su tre anni sono la metà del tempo... non proprio superfacile, visto il mio previsto pendolarismo, ma con un po' di accortezza senz'altro fattibile.
    Ti faccio un grande in bocca al lupo per il colloquio! Vedrai che andrà tutto liscio (e io lo posso proprio dire, adesso)!

    RispondiElimina
  8. bentornata!

    e buon lavoro :-)

    io nel frattempo ho comprato il mio primo libro di franzen, che era in offerta in biblioteca, quindi in inglese... se non capisco qualcosa, so a chi chiedere :-P

    RispondiElimina
  9. Il primo primo? The Twenty-Seventh City? E' l'unico che non ho tradotto io!

    RispondiElimina
  10. Bentornata e congratulazioni per la Green Card: che sollievo deve essere vedere i cancelli che si spalancano (più o meno) davanti a te!

    OT: recuperato Homer & Langley, grazie: ti dirò!

    RispondiElimina
  11. Brava! Homer & Langley è un bel libro, e Doctorow è un grande scrittore. Il suo libro migliore è senz'altro Ragtime, ma penso che anche Homer & Langley non ti deluderà!

    RispondiElimina
  12. scusa, mi sono espressa male.. volevo dire "il primo per me", cioe' il primo libro che ho comprato di franzen.. uff, e' cosi' complicato parlare a volte :-)
    cmq ho preso "correzioni"

    RispondiElimina
  13. Il suo libro che ho amato di più. Di non facilissima lettura in inglese, temo, ma non voglio scoraggiarti. Se hai qualche dubbio puoi sempre consultare una fonte autorevole ;-)

    RispondiElimina
  14. Congratulazioni per tutto e su tutto. :-)

    RispondiElimina
  15. Bentornata! E quante novità, che bello! Anche a me piacerebbe insegnare italiano, chissà che un giorno... Congratulazioni per tutte le tue conquiste!

    RispondiElimina
  16. Grazie a tutti per le congratulazioni, ma aspettate, non ho ancora cominciato a insegnare! E comunque se ci saranno episodi interessanti non mancherò di parlarne sul blog. ;-)

    RispondiElimina
  17. Passavo di qui è ho visto la foto, ma sai che la mia è diversa, di verde non c'ha niente! Sapevo che la cambiano ogni tanto ma non pensavo così di frequente (la mia è del 2007)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, questa è nuova, credo che l'abbiano aggiornata insieme alle procedure, che adesso sono molto più rapide.

      Elimina