lunedì 14 maggio 2012

I dieci libri più letti del mondo (e il nono in particolare)

Da Visualnews. Grazie a Maria Sepa di Usalibri per la segnalazione.


Per chi non lo sapesse - io non lo sapevo, così ho fatto una ricerchina - Think and Grow Rich è un libro pubblicato nel 1937, durante la Grande Depressione, dal signor Napoleon  (il nome è tutto un programma) Hill.
Il libro è il risultato di più di vent'anni di ricerche su un grande numero di individui di successo. Studiando le caratteristiche di questi individui, Hill sviluppò 13 principi per il raggiungimento del successo. Ecco i Tredici Segreti di Napoleon Hill per diventare l'autore del nono libro più venduto del mondo:
  • Desiderio
  • Fiducia
  • Autosuggestione
  • Specializzazione
  • Immaginazione
  • Pianificazione
  • Decisione ("Once you make a decision, the universe conspires to make it happen": non lo ha detto un guru new age, bensì Ralph Waldo Emerson)
  • Persistenza
  • Potere dell'intelletto superiore (in pratica, circondatevi di gente intelligente e non di mentecatti)
  • Trasmutazione (questo ha qualcosa a che fare con la trasformazione dell'energia sessuale in energia creativa. Yawn.)
  • Subconscio (qui ho definitivamente smesso di leggere le spiegazioni)
  • Cervello (in effetti se non ce l'hai le cose si complicano un po')
  • Sesto senso
Risultato: 30 milioni di copie.

41 commenti:

  1. Triplo Yawnnn! Anche per il maghetto, codici e saghe varie.
    Io di questi 10 non ne ho letto manco uno (a parte i brani del Vangelo del catechismo e alcuni pezzi di Anna Frank).
    E francamente me ne infischio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io, anch'io, uguale (ma Anna Frank tutto)!
      Per il resto, una classifica da sbadiglio gigante. (Però non si sa mai, mia cara, domani è un altro giorno...)

      Elimina
  2. La collega Carla Palmieri mi segnala quest'altra classifica, molto più confortante, dalla quale vengono esclusi - di proposito, perché le loro vendite non sono calcolabili - i testi religiosi (a proposito, perché questi qui sopra mettono la Bibbia e non il Corano?) e il Libretto Rosso, e nella quale al primo posto c'è Don Chisciotte (evviva!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anch'io avevo pensato alla stranissima assenza del Corano, che ovviamente in altre classifiche compare. Comunque alcuni libri entrano ed escono dalle liste, a seconda di come esse vengono stilate.
      Qui secondo me dicono una cosa sensata.

      Elimina
    2. Sì, è un po' quello che dicono anche nell'altro link, che però mi piace di più perché mette per primo Don Chisciotte. (Senza nulla togliere a Dickens, ma Don Chisciotte primo è bellissimo.)

      Elimina
  3. io ne ho letti 5 e la bibbia a pezzi :)

    ma lo sai che mi piacciono davvero tutti i tuoi post, sempre cose interessanti...quando arrivo qui son che non mi deluderai ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura!! Il tuo commento mi fa molto piacere! :-)

      Elimina
    2. perchè non fai tu una tua personale classifica dei migliori che hai tradotto?
      giuro che li leggo!

      Elimina
    3. Non posso proprio fare una classifica, perché finora ho tradotto poco più di una trentina di libri, alcuni belli e altri meno belli, alcuni amati dalla critica e dai lettori ma non da me, altri passati più inosservati e che invece a me sono piaciuti molto. Se facessi una classifica si capirebbe troppo del mio giudizio personale, che invece preferirei non divulgare (sono tutti miei bambini, no? anche quelli nati un po' deformi).
      Però... però posso dirti quelli che personalmente ho amato di più, per vari motivi.
      Prima di tutto quello di mio marito, naturalmente, (e lo dico sempre, lo amo perché lo ha scritto lui, certo, ma giuro che è bello davvero!): "Il libro dell'ignoto", Jonathon Keats, Giuntina.
      Poi "Le correzioni" di Franzen, perché è stato il primo che ho tradotto e quindi è un po' come il primo amore.
      "Venivamo tutte per mare" di Julie Otsuka, di cui ho parlato ossessivamente negli ultimi tempi.
      E poi il difficile e intensissimo "Albero di fumo" di Denis Johnson, e "Homer & Langley" di E.L Doctorow, che scrive come un dio.

      Elimina
    4. A proposito de "Le correzioni"! Non l'avevo ancora letto, ma l'altro giorno l'ho trovato in biblioteca e mi sono lasciata tentare.
      Anche se ricordavo che l'avevi tradotto tu, quando l'ho aperto e ho visto il tuo nome ho fatto un sussulto, del tipo: "Wow! Ma io la conosco!", un po' come facevo con i miei professori dell'università (però tu mi sei decisamente più simpatica:D )

      Elimina
    5. Meno male! :-D
      Quando lo hai letto fammi sapere cosa ne pensi (chi lo ha letto si è diviso a metà fra "capolavoro!" e "l'ho mollato quasi subito"...)!

      Elimina
    6. Ho iniziato le Correzioni ieri sera. Adesso scopro che l'hai tradotto tu. Che bello! :)

      Elimina
    7. Che buffo, stavo proprio commentando or ora al tuo post sull'editoria! Le correzioni in ebook o su carta? ;-)

      Elimina
  4. Anch'io aspetto i tuoi post come il caffè alla mattina! Irrinunciabile!
    Di quei libri ho letto Anna Frank e qualche passo della bibbia. Mi sono persa tanto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fan del Signore degli Anelli e di Harry Potter non saranno d'accordo, ma secondo me no!

      Elimina
  5. Ma perché non me l'hanno detto prima? Adesso che conosco anch'io i 13 segreti, vedrete!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matteo, ma che meraviglia, sei il bibliotecario di Auckland (sembra il titolo di un libro)! E che foto da rocker!

      Elimina
    2. Ah!!! Ma come hai fatto a beccarmi???
      (Sì, hanno messo su una foto che pare la pubblicità di un concerto...)

      Elimina
    3. Be', la tua foto è sul sito. Sarebbe una fantastica copertina per "Il bibliotecario di Auckland"!

      Elimina
  6. Quoto WonderDida! Classifica un po' deludentuccia -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dire che non c'è neanche uno della tua lista dei libri di successo sopravvalutati ;-)

      Elimina
  7. il mio ex capo è fissato con i libri che hanno la chiave del successo, non lo sopportavo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma almeno ha avuto successo?

      Elimina
    2. diciamo che non sa la passa male, ma secondo me se si concentrasse su altro se la passerebbe meglio

      Elimina
  8. Ehm se dico che oltre al Diario di Anne Frank (e vabbè... da lì è partito tutto...) ho letto tutto Harry Potter (e mi è pure piaciuto molto) mi banni per sempre? Vero no? :-(

    :-DD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-DDD Certo che no! Lo so che quella di Harry Potter è una saga che cattura. In quella lista c'è di moooolto peggio!

      Elimina
    2. (Non vorrei essere sembrata supponente. Non ho letto i libri di Harry Potter, quindi non li posso giudicare. Imvece ho letto le prime pagine del Codice Da Vinci, per farmi un'idea, e mi è venuto mal di pancia!)

      Elimina
  9. Io temo di aver letto solo Il Diario di Anna Frank e Il Codice Da Vinci.
    Ammetto che c'è del vero nella formuletta di mr Napoleon, ma basta un po' di buon senso, in effetti.
    Comunque a me ogni volta che sento 'sto nome viene in mente questa cosa qui della pioggia di emozioni...:pp
    http://www.youtube.com/watch?v=FBpB_5q46eY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-DDD Ma da dove le tiri fuori 'ste robe, Giusi?!?

      Elimina
  10. Anche io ho letto solo Anna Frank e Il Codice da Vinci, che invece mi ha appassionata da morire!!
    Intanto puoi proclamare questo il post piu' letto di sempre, che successo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu pensa, mica me lo aspettavo! Comunque per adesso è solo ottavo, nessuno riuscirà a scalzare quello sullo yoga dal primo posto!

      Elimina
  11. E' da quando ho visto la preview stamattina prima di andare in aeroporto che volevo leggere il post. Ho guardato anche l'altra classifica e, devo ammettere con un po' di delusione, che sono una persona con gusti altamente normali a quanto pare. Della prima lista ho letto 4 libri e 1/6 (non ce l'ho fatta a leggere manco il primo della twilight saga), della seconda credo almeno una decina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me sembra piuttosto che tu legga tanto e un po' di tutto, qualità per nulla deludente! ;-)

      Elimina
  12. Glom!
    Mi inquieta un po' vedere che tra i 10 libri più letti del mondo non figurino molti dei mitici polpettoni ottocenteschi.
    Ciò significa che forse, più della qualità, prevale la facilità di lettura?
    Non voglio sembrare supponente o spocchiosa, eh.
    E' che vedere la saga di Twilight lì e pensare che manca, chessò, Il conte di Montecristo o Guerra e Pace mi fa male :-|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardati l'altra classifica, Nega, quella citata nel terzo commento. C'è Dickens al terzo posto! :-)

      Elimina
  13. A quanto pare sono anch'io una lettrice media: ne ho letti 6 su 10. A mia discolpa devo dire che non metterei nessuno di questi nella mia personale top10.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma hai letto anche Il Signore degli Anelli? Nessuno che me lo cita!

      Elimina
  14. "Once you make a decision, the universe conspires to make it happen": me ne impossesso se mi permetti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accomodati! I new age non hanno inventato niente (ovvio)!

      Elimina
  15. Io ne ho letti solo due!
    Ma concordo sul fatto che parecchi di quelli nella lista li lascerei volentieri sullo scaffale dove sono....

    Dovendo scegliere 10 libri da mandare nello spazio in una sonda destinata a presentare l'umanità agli alieni, tu cosa sceglieresti?
    Sono curioso....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso ergermi a giudice per l'intera umanità (anche se sarebbe il mio sogno, he he), quindi rimando alla lista dei miei dieci libri preferiti. Questa qui.

      Elimina