sabato 19 maggio 2012

Un libro bellissimo: "Little Bird"

Qualche giorno fa sul bellissimo sito Brainpickings ho trovato un post su un bellissimo libro. Il libro si chiama Little Bird, scritto da Germano Zullo e illustrato da Albertine e pubblicato dalla Enchanted Lion Books.


Il libro racconta la storia di un uomo che si ferma con il suo camion sull'orlo di un precipizio. Non potendo più proseguire, l'uomo apre il portellone del camion e lascia uscire uno stormo di uccelli colorati. Solo un piccolo merlo nero si rifiuta di volare via, e rimane sul camion. I due fanno amicizia e l'uomo cerca di insegnare a volare al merlo.






Alla fine il merlo riesce a volare via, ma poi, proprio quando la storia sembra terminata, torna indietro con tutto lo stormo per offrire un momento indimenticabile all'uomo che lo ha aiutato.
“There are no greater treasures than the little things”, scrive Zullo.

Non solo questo bellissimo libro ha come protagonisti le mie creature preferite, ma ha anche come epigrafe il primo verso della mia poesia preferita:

may my heart always be open to little
birds who are the secrets of living

E per finire, ancora una cosa bellissima: l'animazione creata dal designer coreano Young-jun Kim basandosi sul libro di Zullo e Albertine. (Antipatici, hanno messo la password. Spero che abbiate fatto in tempo a vederlo.)


22 commenti:

  1. Uno. Il link a Brainpickings sarà la mia rovina.
    Due. Che colori splendidi nel libro e nell'animazione!
    Tre. Ho un collega appassionato di uccelli che per hobby va nei posti più sperduti ad inanellarli, e ogni giorno al coffee break mi svela qualcosa sul mondo dei pennuti. Tipo l'ultima volta la "lezione" è stata su quel capolavoro di ingegneria che sono le piume (ne aveva trovata a terra una di pavone mentre andavamo in mensa e se l'era portata dietro tutto il tempo).
    Quattro. La poesia è davvero bella, lieve e delicata come una piuma :)
    Cinque. Non so perché, ma a me questa storia ha fatto pensare a "Il monello".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, lo so, Brainpickings dà dipendenza!
      Anch'io ho un'amica ornitologa e inanellatrice, che è appena stata nella giungla nigeriana per un progetto sulla migrazione delle rondini: hanno messo delle microtelecamere sul dorso delle rondini e poi sono andati fino in Nigeria a rintracciarli. Un'avventura fantastica!
      Quella poesia riassume il modo in cui cerco di vivere :-) Per tanto tempo è stata appesa sulla parete della mia stanza (dopo i jeans di Bruce Springsteen). E il collegamento con Il monello ci sta perfettamente: anche Chaplin era lieve e delicato come una piuma.

      Elimina
  2. Io amo osservare i merli che trovano rifugio nei cespugli appena prima che arrivi un temporale. Fanno un tale rumore! O la gazza ladra che al mattino mentre faccio colazione si ferma sulla sella della mia bicicletta (color argento per altro). O l'airone grigio che sembra lo faccia a posta a girarmi le spalle ogni volta che provo a fotografarlo!
    Bellissima animazione BTW!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I merli li adoro, quando abitavo nella casetta con la terrazza venivano sempre a farsi il bagnetto in una ciotola che gli lasciavo fuori. Adesso il loro canto è la prima cosa che sento quando mi sveglio al mattino (se qualche vicino non attacca prima il tosaerba).

      Elimina
  3. Molto poetico.

    Ho appena visto questo:

    http://www.lithill.lt/Daniliauskas/Galerija/1.htm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma è bellissimo! Come lo hai trovato? Ho provato a cercare su google ma mi escono solo pochi siti in... lituano?

      Elimina
    2. Nessun merito. E' tra le opere di un artista citato su lituopadania, il sito di Nautilus.

      Elimina
    3. Oooh, finalmente sono risalito dal fondo fino a questo post (Silvia mi sto tirando in pari)!

      Aggiungo che l'arte lituana (specie per quanto riguarda la pittura) è tra quelle in cui gli uccelli sono più presenti in assoluto. Se si considera il riferimento simbolico alla libertà non è difficile capire perché. Grazie Rose!

      Elimina
    4. Il quadro che mi ha linkato Rose è bellissimo, molto chagalliano. Voglio saperne di più dell'arte lituana!

      Elimina
    5. Benissimo Silvia, un piccolo assaggio - ma non il più significativo - è Romualdas Inčirauskas (www.incirauskas.lt). Ma presto ti fornirò altri spunti :)

      Elimina
    6. Che bello, grazie! Attendo gli altri! :-)

      Elimina
    7. Stasys Eidrigevičius è tra i miei artisti lituani preferiti. Ci troverai qualche riferimento agli uccelli (e al loro becco), ma molto di più. Ci vorrà un po' di pazienza per scorrere tutte le sue opere.

      Elimina
    8. Per ora ho dato una rapida occhiata e sono rimasta molto colpita. Ci tornerò sopra al più presto per scoprirlo meglio. Grazie! :-)

      Elimina
  4. Grazie Silvia per averci consigliato questo testo che andrò a cercare.
    PS: Sono a casa dei miei nipotini che adorano gli animali e hanno in casa, oltre al gattino, anche 2 cocorite canterine. Sapendo il tuo amore per queste creature pennute, mi sei venuta in mente!
    Un cip cip tutto per te!

    RispondiElimina
  5. ma che dolcezza!
    il mio papa' fa il camionista, mi sa che glielo regalo, grazie! :)

    RispondiElimina
  6. Very nice Silvia. Non conoscevo né il libro né gli autori. Grazie.

    RispondiElimina
  7. mi hai fatto venire in mente che quando, per un motivo o per l'altro, la vita mi sembra una tragedia (per dirla in toni soft) mi canticchio sempre "three little birds" di Bob Marley.. semplice ed efficace ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Cause every little thing gonna be all right..." :-)

      Elimina
  8. il libro è bellissimo e lirico così come l'animazione.
    ora vado a dirlo a clara che i corvi li adora..
    Anzi, forse lei è proprio la reincarnazione di un corvo ;)

    RispondiElimina
  9. Bellino questo libro! Mi ha tirata su di morale :)

    RispondiElimina
  10. Ma che meraviglia, grazie! Ci voleva proprio...

    RispondiElimina