mercoledì 2 maggio 2012

The girl with colitis goes by: il meraviglioso mondo dei mondegreens

Definizione:
Come spiega Wikipedia, un mondegreen è una parola che resulta dall'inesatta percezione di una frase, di una parola o - soprattutto - del verso di una canzone.

Etimologia

(Source)

Da "(Lady) Mondegreen", errata interpretazione di un verso della ballata scozzese The Bonny Earl of Murray.
Da bambina, ascoltando questo verso della canzone: Ye highlands and ye lowlands / Oh where hae you been? / Thou hae slay the Earl of Murray / and laid him on the green, la scrittrice Sylvia Wright interpretava l'ultima strofa come "and Lady Mondegreen". Nel 1954 Wright scrisse (in  The Death of Lady Mondegreen, "Harper's"): "The point about what I shall hereafter call mondegreens, since no one else has thought up a word for them, is that they are better than the original". La parola venne poi resa popolare dal giornalista del San Francisco Chronicle Jon Carroll.

Esempi
  • "Excuse me while I kiss this guy" ("Excuse me while I kiss the sky", in Purple Haze di Jimi Hendrix. Divertito da questo mondegreen, Hendrix cantò più volte la canzone con questa strofa - a volte anche girandosi a baciare un membro della band - in particolare al festival di Monterey del 1967.)
  • "The ants are my friends, they are blowin' in the wind" ("The answer, my friend, is blowin' in the wind", in Blowin' in the Wind di Bob Dylan)
  • "I’ll never leave your pizza burning" (I’ll never be your beast of burden dei Rolling Stones)
  • "The girl with colitis goes by" ("the girl with kaleidoscope eyes" in Lucy in the Sky with Diamonds dei Beatles)
  • "Take your pants down, and make it happen" ("Take your passion and make it happen", in Flashdance di Irene Cara)
  • "America! America! God is Chef Boyardee" ("God shed His grace on thee," in America, the Beautiful)
  • "Deck the halls with Buddy Holly" ("Deck the halls with boughs of holly", da Deck the halls, canzone natalizia)
  • "Every time you go away/you take a piece of meat with you" (" . . . take a piece of me with you" da Every Time You Go Away di Paul Young)
  • "There's a bathroom on the right" ("There's a bad moon on the rise", da Bad Moon Rising dei Creedence Clearwater Revival)
  • "the bright blessed day and the dog said goodnight" ("the bright blessed day, the dark sacred night", in What a Wonderful World di Louis Armstrong)
  • "The girl from Emphysema goes walking" ("The girl from Ipanema goes walking," in The Girl from Ipanema cantata da Astrud Gilberto)
  • "Are you going to starve an old friend?" ("Are you going to Scarborough Fair?", in Scarborough Fair, ballata tradizionale)
  • "Gladly, the cross-eyed bear", (Gladly The Cross I'd Bear, inno tradizionale)
  • "She's got a chicken to ride", ("She's got a ticket to ride", da Ticket to Ride dei Beatles)
  • "Sunday monkey won't play piano song, play piano song", ("Sont des mots qui vont tres bien ensemble; tres bien ensemble", da Michelle dei Beatles)      
  • "What a nice surprise when you're out of ice", ("What a nice surprise bring your alibis", da Hotel California degli Eagles) 
  • "Hope the city voted for you" (Hopelessly Devoted to You, da Grease) 
  • "I'm a pool hall ace", ("My poor heart aches", da Every Step You Take dei Police)
     
E se volete saperne di più sui mondegreen italici, date un'occhiata qui.

25 commenti:

  1. C'è anche chi, come Peter Gabriel ai tempi dei Genesis, ha giocato con i mondegreen (che non conoscevo come definizione: grazie!) e ci ha costruito sopra un verso fenomenale. L'ultimo verso di The Lamb Lies Down on Broadway dice infatti ""Yes it's only knock and know all, but I like it", che se letto velocemente diventa "Yes it's only rock and roll, but I like it", come nella canzone dei Rolling Stones.

    Anche se poi non ho mai ben capito cosa significhi il gioco di parole. Da più parti leggo "Sì, it è solo botta e risposta ma mi piace" (It è il protagonista della canzone, che si chiama per l'appunto "It"), ma boh... non so... non mi convince.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, e io non conoscevo questo aneddoto, grazie!
      Quanto all'interpretazione, ho dato una rapida occhiata in rete e mi sento di appoggiare questa ipotesi: "Lots of speculation has gone into what it could mean, but I kind of think that's just Gabriel's sense of humor."

      Elimina
  2. In an Irish pub, after listening to Eileen Oge http://www.youtube.com/watch?v=E1ixcHERvQA
    a couple of regulars asked "What's that called?" and the singer said "Eileen Oge". To his surprise they asked if he had composed it himself. "No" he said. "But it's obviously quite recent" they replied. "No," he said "I believe it's around a hundred years old". Air of puzzlement on the part of the questioners, followed by: "So why is it called Kylie Minogue?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-DDD
      Bella la canzone, non la conoscevo!

      Elimina
  3. Avrei citato anche la storia di Rita Pavone che si vantava di essere stata citata in una canzone dei Pink Floyd

    http://archiviostorico.corriere.it/2006/ottobre/09/Rita_Pavone_citata_dai_Pink_co_9_061009095.shtml

    RispondiElimina
  4. Aaah, meraviglioso!! Lo sapevo che dai commenti avrei raccolto altre perle!

    RispondiElimina
  5. mondegreen...la mia cultura si allarga ;)
    mi hai ricordato che da adolescente avevo sentito male un verso di ligabue
    io cantavo "acqua in borsa mai" (chiedendomi ogni volta il senso) e lui diceva "qua non rimborsano mai"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello dei mondegreen è che tutti ne abbiamo qualcuno da citare!

      Elimina
  6. Ma che divertente questo post!! Ora non mi vengono esempi concreti, ma di certo con George Michael vent'anni fa e Tiziano Ferro, che rompe le sillabe, piu' di recente, ho anche io vari mondegreen!

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia! Mi hai aperto un mondo che non conoscevo e stimolato la mia curiosità. Grazie!!!
    Chissà la canzone di celentano "Prisencolinensinaiciusol" come potrebbe essere inglesizzata!

    RispondiElimina
  8. Ahahah carinissimo!!! Non sapevo questa cosa :)

    RispondiElimina
  9. Ahh, è vero, me l'ero dimenticato! Il mio mononeurone sta vacillando......

    RispondiElimina
  10. Come dissi altrove il mio inglese è tutto un mondegreen!yeahhhhhh!!;PP
    http://www.youtube.com/watch?v=6p6rV3OKcjw

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico! Qui i miei preferiti sono: "Doesn't matter that I have to feed the buffalo some parmesan"; "I pray at the sink all day for a revolution"; "It's not fair to deny me of the cross-eyed bear you gave to me"; "my angel is a xenophobe"; "You made the rice, I made the gravy".

      Elimina
  11. Concordo! "Doesn't matter that I have to feed the buffalo some parmesan" me lo tatuo come manifesto programmatico!^-^
    E soprattutto Sylvia's mother says, take your umbrella, 'cause Sylvia's started to rain!
    Insomma lo hai preso o no l'umbrella?;pp

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra il ritratto della mia giornata di ieri: in gita con mia mamma in una palude sotto la pioggia! (La palude era un'oasi Lipu, ma la vista degli uccelletti non è servita ad alleviare il senso di umidità.)

      Elimina
  12. Non sapevo che ci fosse una parola! Io capisco sempre roma per toma anche quando la gente parla, nono solo nelle canzoni. Alla fien rido po pure io perchè capisco delle cose assurde, specialmente nei miei discorsi italo. irlandesi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io capisco sempre roma per toma! Prima solo in italiano, adesso che vivo là anche in inglese! E in più ultimamente ci vedo meno, e quindi faccio anche dei lapsus di lettura. L'altra sera mi sono preoccupata perché avevo messo in tavola un formaggio di latte suino! (Era ovino, ma tu pensa se devono scriverlo così in piccolo!)

      Elimina
  13. Nonsense! Molto divertenti. Sembrano i risultati dei miei esercizi di listening ;)

    RispondiElimina
  14. Ah! Ah! Non sapevo si chiamassero Mondegreens, ma ne ho uno memorabile della mia infanzia anni '80: io e la mia amichetta del cuore cantavamo e ballavamo convinte sulle note di "Pataton Frit". Era "Papa don't preach" di Madonna. Quando ci ripenso, rido ancora oggi! :)

    PS ciao da una collega traduttrice che sbircia qui da un po'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao collega! "Pataton Frit" è un capolavoro, grazie :-D

      Ho dato un'occhiata al tuo bel blog e mi piace molto il vostro progetto (e l'Operazione Trasparenza)!

      Elimina
  15. Bellissimo! Anche io ne ho tanti, e pure in italiano. Ma ora non me ne viene in mente neanche uno in particolare. Uffaaa!
    "Every time you go away you take a piece of meat with you" :D :D
    Il sito che hai linkato é spassosissimo.

    ps sempre grande Jimi, anche coi mondegreens!

    RispondiElimina
  16. Per le rock chickens...:)
    http://www.youtube.com/watch?v=79KqlDVb46s

    RispondiElimina