giovedì 22 agosto 2013

Il libro dell'ignoto: una bella recensione



La trovate QUI. Bello vedere che il nostro libro continua a circolare.

E sempre ieri, QUI si parlava di Oscar Wao.

29 commenti:

  1. Bella attività di coppia ;-)
    Ma ad una persona che parla italiano e sta imparando l'inglese che versione consiglieresti?; ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Entrambe, cara, così le confronti e fai pratica ;-)

      Elimina
    2. Ahahah... volevo una risposta di parte ;-P
      Proverò...
      Sono anche incuriosita da NW, ma ho paura sia troppo difficile.

      Elimina
    3. Però per una londinese è una bella lettura!

      Elimina
  2. Complimenti a tutti e due :-)

    RispondiElimina
  3. Direi non una ma due belle recensioni, che fanno decisamente venir voglia di approfondire.

    RispondiElimina
  4. Bella la recensione e bello deve essere il libro perché se ne parli così. Aspetto di arrivare in Italia per comprarlo e non perdermi la tua traduzione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazia, sono sicura che ti piacerà. Non sfigurerebbe neppure nel Catalogo della leggerezza :-)

      Elimina
  5. Recensione meritatissima per entrambi, Il libro dell'ignoto è davvero stupendo. Chissà che Jonathon non faccia un pensierino per qualche altro saggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Licia, magari! Ormai è fermamente ancorato nella non-fiction.

      Elimina
  6. Bella recensione, viene voglia di leggerlo!!

    RispondiElimina
  7. Anche se sono al limite di peso e ormai mi sono convertita all'ebook , dopo questa recensione corro a compralo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembrava che ci fosse anche in versione ebook, ma non lo trovo...

      Elimina
  8. Nelle librerie è difficile trovarlo, bisogna ordinarlo.

    RispondiElimina
  9. Grazie della condivisione. Quando leggo un libro tento di entrare in comunione con l'autore/autrice (e il traduttore/traduttrice). E se le pagine mi regalano emozioni profonde, come è stato per "Il libro dell'ignoto", non posso tenerle solo per me.

    RispondiElimina
  10. E così si allunga l'elenco dei libri che voglio assolutamente leggere e che
    1) non trovo il tempo per leggere
    2) mi mancano i soldi per comprare
    3) non so più dove mettere
    La versione ebook in questo senso sarebbe graditissima! (l'unico posto dove non ho ancora messo mensole per i libri è il bagno.....)
    Complementi comunque a Keats e a Silvia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', il libro è di tre anni fa, ma ogni tanto spunta ancora qualche bella recensione come questa. (Comunque se non c'è l'ebook, quando sei in Italia puoi sempre prenderlo in biblioteca!)

      Elimina
    2. PS: comunque la versione originale c'è sicuramente in ebook. Certo, la versione tradotta è migliore ;-)

      Elimina
  11. Il classico caso del libro che si fa strada lentamente ma inesorabilmente. Sono i libri più belli, se ne parla anche anni dopo, senza una campagna pubblicitaria, solo perché meritano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quasi quasi ha venduto più copie in Italia cne negli Usa.

      Elimina
  12. Mi è piaciuto molto soprattutto l'articolo sul libro di Mr. K, complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Il libro è ancora più bello :-)

      Elimina
  13. Finalmente ieri ho iniziato a leggerlo! Mi piace già, quindi sono fiera di me per averlo regalato a tre persone fidandomi ciecamente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, non avevo dubbi (faccio fatica a essere modesta, su questo libro)!

      Elimina
  14. Niente modestia, fai bene: è bellissimo. Scritto benissimo e tradotto benissimo!

    RispondiElimina