domenica 4 maggio 2014

Gite di primavera/2. Una gita in bidonvia

La bidonvia (detta anche cestovia, cabinovia, o anche, più normalmente, funivia) è un'ottima opzione per quando ho voglia di fare una passeggiata senza toccare la macchina. Faccio due passi da casa mia fino alla stazione di risalita, salgo su uno dei trabicc... ehm, delle cabine, litigando con i deltaplanisti che ovviamente vogliono la cabina aperta, ma la voglio anch'io perché in quelle chiuse si muore di asfissia, dopo venti minuti di pura vertigine e panorama mozzafiato arrivo in cima, ignoro i deltaplanisti che si lanciano con maschio coraggio da un trampolino sospeso nel vuoto, e ridiscendo a valle con una bella passeggiata di un'oretta in mezzo ai boschi, senza dimenticare di fermarmi nel delizioso ristorante a metà strada a mangiarmi un panino e a leggere un libro godendomi il panorama. (Ovviamente si può anche salire a piedi, volendo.)

Ecco come si presentava la bidonvia finché non venne chiusa per restauro, nel 2005:


Ed ecco com'è oggi, nelle mie foto (in lontananza, sulla destra, si scorge l'ecomostro in - eterna - costruzione, ma non ho ancora avuto il coraggio di avvicinarmi per fotografarlo):


Il sentiero della discesa:


La vista dal ristorante:


37 commenti:

  1. Wow, che posti meravigliosi, e come ti invidio ora! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti abito in un posto bello, anche se i lombrosiani padani fanno di tutto per rovinarlo.

      Elimina
    2. :D i lombrosiani padani

      Elimina
  2. io ho un ricordo da incubo di uno di quei cestini a due posti (chiuso però) l'omino chiuse la mano del 3/4 dentro alla porta e dovemmo fare tutto il tragitto fino alla stazione d'arrivo con lui che gemeva di dolore ed io sporta di fuori che tentavo inutilmente di sbloccargli la mano, per fortuna all'arrivo c'era la neve e la mano andò direttamente in ghiaccio.
    allora tutto bene con il cuore se puoi camminare a lungo, anche se in discesa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi dire che si è fatto tutto il tragitto con la mano chiusa nello sportello? Orrore!
      Sì, il cuore sta benone, grazie! :-) Devo aggiornare le Cronache della Tiroide.

      Elimina
  3. Io forse avrei un po' di paura, ma poi, una volta salita... Non si può mica scendere! Tanto vale provare! Belli i boschi, mi manca il verde italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo ammettere che mentre scattavo le foto non ero proprio perfettamente a mio agio, ma poi mi bastava aggrapparmi spasmodicamente ai lati del bidone e mi passava tutto.

      Elimina
  4. Cavoli, vista dall'alto l'area dell'ecomostro è enorme! Che odio... ma non può verificarsi uno tsunami lacustre??? Lì si possono piantare solo delle sequoie per nasconderlo alla vista! Che dici, gliele proponiamo? Tanto non sanno neanche che piante sono, basta che gli diciamo che non hanno bisogno di essere potate...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stamattina poi ho fatto un giro e mi sono avvicinata. Sai che l'albergo mi sembra già abitato? E intanto la circolazione è bloccata ormai da mesi per costruire le fogne per quei merdoni.

      Elimina
  5. Che posti meravigliosi! Io non mi sento molto a mio agio stando sospeso nel vuoto, quindi di certo avrei preferito la salita a piedi, però il panorama da quella prospettiva deve essere davvero mozzafiato.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche la salita è molto piacevole, basta un'oretta e mezza e si arriva in cima. Magari un po' di più per le lumache come me ;-)

      Elimina
  6. Io, in quelle dalle mie zone (con panorama simile al tuo, però... tanto che mi sono chiesto: ma è venuta in palude Silvia?), ci metto sopra la bici, e poi scendo con quella. Credo si faccia anche lì, vedendo il percorso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I bidoni sono un po' piccini per farci stare una bici. Il deltaplano ci sta poggiato sopra di traverso, o in piedi.

      Elimina
  7. Ma che bello! Dov'è esattamenteee?

    RispondiElimina
  8. Stupendo il percorso in bidonvia e a piedi. Certo che vista dell'ecomostro può fare più male delle vertigini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le vertigini passano, l'ecomostro purtroppo è permanente.

      Elimina
  9. Meravigliosamente pauroso! Me la farei sotto ma non potrei resistere, e poi il panorama è stupendo .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà la parte paurosa sono solo i dieci minuti all'inizio, poi il suolo si avvicina e puoi anche guardarlo calcolando cosa ti romperesti se cadessi da quell'altezza... ;-)

      Elimina
  10. Ma almeno li hanno un po' alzati i nuovi bidoni? Perché io di quella funivia ho ricordi meravigliosi, ma in certi punti me la facevo un po' sotto per via della mia altissima statura... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm, no, quelli aperti mi sa che sono uguali, però se vuoi ci sono quelli chiusi sigillati!

      Elimina
  11. Che meraviglia, meravigliosa! :))
    Sei fortunata.

    Un abbraccio
    Nou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per certe cose, in effetti sì. Ricambio l'abbraccio :-)

      Elimina
  12. Non vorrei imbarazzarvi, ma la mia esperienza è a dir poco traumatica. Ero con un gruppo di fondisti per raggiungere l'altipiano innevato che avremmo raggiunto con la bidonvia dopo 20 minuti. Il freddo era siberiano e forse è per questo motivo che il mio compagno, conosciuto pochi istanti prima e con cui viaggiavo stretto stretto nei 50 cm. di spazio, ha dovuto fare pipì "on the road" pena il rischio di farsela sotto ( come scrive Zio Scriba). Non prima di avermi passato i suoi sci, le racchette e lo zaino che indossavamo al contrario. Provate a immaginare la scena... ho ancora i brividi, non per il freddo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco vedi le scene horror sui bidoncini sono frequenti non capitano solo a me :)

      Elimina
    2. Davvero, è proprio una scena horror!

      Elimina
  13. Ricordo che salii sulla seggiovia al colle dell'agnello (vicino) meravigliosamente fantastico!! L'eco mostro è orrendo :(

    RispondiElimina
  14. io schiatterei di paura prima di arrivare in cima, dentro quei cosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, dai, se stai bene aggrappata non fa paura! :-D

      Elimina
  15. che meraviglia! che voglia! sono proprio le cose che mi piacciono. Poi mi darai i dettagli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria, ma scusa, vieni a trovarmi, no? Sei qui a due passi!

      Elimina
  16. Io prima o poi verrò a trovarti! Probabilmente di riuscire a tirar su i soldi per il volo per San Francisco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', il lago Maggiore è un po' più vicino e il biglietto costa un po' meno! ;-)

      Elimina
  17. Risposte
    1. Just cheese for me, but they also have plenty of salumi.

      Elimina
  18. Che meraviglia... (sto recuperando i tuoi vecchi post, ero, appunto, in "no web" nei ponti ;) )

    RispondiElimina