martedì 14 aprile 2015

Postcards from New Orleans/4. La palude e l'alligatore


L'orrido catorcio è stato inviato all'assistenza, le mie foto perdute per sempre. L'unica per cui mi dispiace davvero era un fantastico primo piano zumato di un musicista identico a John Belushi, tutto immerso in una luce blu, con la tromba rivolta al soffitto. Immaginatevelo, perché non lo vedrete mai.
Per rifarmi ho recuperato altre foto del viaggio precedente, quello in cui c'era il sole. Oggi vi mostro una gita in una palude come quella del mio adorato Daunbailò. A un certo punto c'è un cattivone (la nostra guida, Mr. Johnny Champagne) che cattura un povero alligatorino, che però poi viene felicemente ributtato nella sua palude.

La palude da fuori
La palude da dentro

Muschio spagnolo (il dizionario mi traduce Spanish moss con tillandsia, ma che cacchio di nome è tillandsia?)





Ed ecco l'alligatore

Mr. Johnny Champagne tuffa la mano impavido e lo cattura

Perdonate la foto oscena (alligatore liberato subito dopo, ribadisco), ma Mr. Champagne andava immortalato

41 commenti:

  1. ossignur nella prima foto avevo scambiato l'alligatore per una fenditura del terreno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ho alcune dove è mimetizzato ancora meglio, spuntano solo gli occhi dal tappeto verde che copre l'acqua.

      Elimina
  2. Tutta la mia comprensione e le mie condoglianze per la tua perdita, cara: so cosa si prova! Ma che dire, niente è per sempre, o altre banalità consolatorie del genere :) Bellissimo invece il cucciolo di alligatore, e decisamente pittoresco Mr. Champagne (Mr. Champagne?!). Per la tillandsia mi sono stupita anche io parecchio, tanto per il nome quanto per la sua fattezza tentacolare e senza radici: io ne ho una che se ne sta nel suo vasetto senza terra e ha bisogno di bere una volta al mese, pare che la sua presenza depuri l'aria...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, e dicono anche che vive solo dove l'aria è pulita, mi sembra.

      Elimina
  3. Mah... in realtà sembra che lo stia aiutando a salire in barca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti era quello che stava facendo, con grande terrore dei turisti sulla barca!

      Elimina
  4. Oooh ho appena finito di ascoltare la OST di Daunbailo'.
    Che incontro, il Belushi 2.0!
    Ho saudade di questi posti anche se non ci sono mai stata fisicamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con Tom e John, la migliore OST del mondo. Le prime immagini che scorrono accompagnate da Jockey Full of Bourbon sono l'inizio più bello della storia del cinema.

      Elimina
  5. Mah, sarò fatta male ma il nome tillandsia a me intriga parecchio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è tsillandia in sé che non mi piace, solo che secondo me muschio spagnolo è molto meglio.

      Elimina
  6. Bello l'alligatorino! Nell'ultima foto ha la faccia di uno che questa scena con il goliardico Mr. Champagne la deve subire ogni volta :D

    RispondiElimina
  7. Di' la veritá: Mr. Champagne e l'alligatorino sono stipendiati dall'Ente per il turismo!😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, come dice Elle, l'alligatorino è sempre lì che aspetta sbuffando. "E anche oggi guarda cosa mi tocca fare per guadagnarmi la pagnotta".

      Elimina
  8. mi dispiace per le foto, purtroppo so come ci si sente :(( cavoli che esperienza l'alligatore!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che almeno mi sistemino il catorcio!

      Elimina
  9. Ma perché sarà spagnolo il muschio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima domanda! Infatti mi sono incuriosita e sono andata a cercare l'etimologia. La trovi qui.

      Elimina
  10. La palude mi piace tantissimo. Pero' io sarei svenuta all'incontro ravvicinato con l'alligatore (e forse anche a quello con il signor Champagne...). Sei una donna coraggiosa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coraggiosa o no, no potevo mica scappare!

      Elimina
  11. Johnny Champagne è il nome più bello del mondo. Su questo non ho dubbi! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo! Lo metterò in un racconto.

      Elimina
  12. Per me, se c'erano, le zanzare sarebbero state peggiori degli alligatori. Belle foto Silvia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ricordo zanzare, a dire il vero. Era febbraio, forse non si erano ancora svegliate.

      Elimina
  13. Se lo hai ancora o se te lo ridaranno indietro, le foto sono recuperabili, fidati...a meno che tu non abbia piantato un chiodo nell'hard disk o lo abbia bruciato. sono recuperabili anche se ti hanno formattato il disco. se lo recuperi, posso spiegarti come fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', sarebbe fantastico, grazie! Il catorcio dovrebbe tornare dall'assistenza tra un paio di settimane. E poi cosa faccio?

      Elimina
  14. No vabbè che posso dire.. certo che questa palude è affascinante. Però a me inquieterebbe pure senza alligatore...
    Mi dispiace tanto per le foto (è uno dei miei incubi ricorrenti quello che il pc mi abbandoni, portando con sé tutte le foto. Certe volte temo perfino che la nuvola di Google mi abbandoni....)
    Comunque io questo trombettista immerso nella luce blu, me lo sono immaginato bene. L'unica cosa... è che si sposta continuamente a destra e a sinistra, perché non riesco a capire in che profilo tu l'abbia fotografato ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un primissimo piano frontale, guarda, uno spettacolo di foto. Una facciona rotonda e pure con le guance gonfie...
      Ma senti, ti è arrivata la cartolina?

      Elimina
    2. Accidenti, ti ho rovinato la sorpresa!

      Elimina
    3. Arrivataaaaa! Grasssie :-*

      Elimina
  15. mi sono impressionata anche io prima foto dell'alligatore...che bel viaggio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, c'è stata anche la gita con brivido!

      Elimina
  16. Giù le mani dal mio fratellino d'america ;)

    RispondiElimina
  17. Che carino!! Però secondo me si è spaventato, anche se gli alligatori sembrano sempre sorridenti.
    La mia preferita è la quarta foto, bellissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sì, poverino, si sarà terrorizzato a finire tra le grinfie di Johnny Champagne!

      Elimina