domenica 30 dicembre 2012

Qualcosa di bello: un blues da New Orleans

Ok, il tema è ancora cupo, però la musica è bella. E il giovane e talentuoso Luke Winslow King, malgrado il vestito e la pettinatura un po' da sistemare, ha una splendida voce e anche il resto non è niente male. Il brano, Ella Speed, è una vecchia folk song basata su un fatto realmente accaduto in un bordello di New Orleans nel 1894 (qui trovate tutta la storia), ed è stata cantata, fra gli altri, da Lead Belly e dal "Texas songster" Mance Lipscomb. Enjoy.


16 commenti:

  1. La musica è davvero bella, e se dici che il testo è cupo mi piace ancora di più: odio quando la musica mi piace ma le parole dicono cavolate, per questo non voglio mai leggere la traduzione di un testo (a volte vince la curiosità e me ne pento!)
    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona domenica a te!
      Eh, sì, la povera Ella Speed "went out / Just to have some fun / She got shot down with with Colt 41". D'altronde è un blues.

      Elimina
  2. Un bel blues e un cantante piacioso, malgrado il frangione. Per l'abbigliamento, meglio lui del chitarrista in canottiera. O_O
    O no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacioso? Secondo me è fichissimo! (Anche se mi ricorda un po' il nostro avvocato Clark Kent.) Il completo lo trovo orrido, sarà che detesto il seersucker, ma poi il suo è anche un po' sformato. Magari non proprio in canottiera, ma qualcosa di più giovanile gli avrebbe donato.

      Elimina
  3. Strano un blues da New Orleans, patria del Dixie. Il blues mi riporta a Memphis. Ma è un dettaglio di poco conto. Questo blues è bello e pure il tipo....
    PS: Mi sto risvegliando, pian piano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che quest'inverno hai fatto un po' di letargo. E poi un po' di stanchezza è normale, con tutti quei cambiamenti! Ti auguro un 2013 pieno di vitalità!

      Elimina
  4. Che bella scoperta! Grazie, Silvia, e tantissimi auguri di buon anno nuovo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tantissimi auguri anche a te, e ci vediamo a Roma nel 2013!

      Elimina
  5. Bello il blues, una scoperta il cantante. Grazie per tutt'e due!

    RispondiElimina
  6. Teniamoci stretta New Orleans, città che (insieme a Venezia, San Pietroburgo, Lisbona, Hong Kong, ecc.) rischia di finire completamente sommersa a causa della crescita del livello dei mari :-)
    Head uut aastat!
    Bonne année!
    Happy new year!
    Feliz Ano Novo!
    Счастливого Нового Года!
    С Новым Годом!
    ¡Feliz año nuevo!
    Ein gutes neues Jahr!
    Szczęśliwego Nowego Roku!
    Boldog új évet!
    Gelukkig nieuwjaar!
    Un An Nou fericit!
    İyi seneler!
    Yeni yılınız kutlu olsun!
    Gott Nytt År!
    Buon anno!
    Onnellista uutta vuotta!
    שנה טובה!
    Godt nytt år!
    Štastný nový rok
    Sretna Nova godina!
    عام جديد سعيد !
    Ευτυχισμένος ο καινούργιος χρόνος!
    Šťastný nový rok!
    Godt nytår!
    Feliĉan novjaron!
    Bonan novjaron!
    Srečno novo leto
    Feliç Any Nou!
    Gëzuar vitin e ri!
    Srećna Nova Godina!
    نايا سال مبارک هو
    Щастлива Нова година!
    Xīnnián hǎo!
    Achemasite omedetoo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavolta non ci provo neanche. Buon anno!!

      Elimina
  7. Un commento sul look del cantante. Non si può pretendere che un bluesman sappia vestirsi bene, sarebbe un'antitesi! Comunque, solo per rimanere sul seersucker, che manco sapevo si chiamasse così, vorrei solo ribadire che c'è gente a cui pare sia stato cucito addosso: guardare qua.
    Del resto, come hanno commentato sui vari siti di figaggine al maschile:
    "Inherently masculine and laidback, Gosling’s wardrobe still remains the epitome of cool."
    Concordo.

    Infine un commento sulla musica.
    Bravo il fanciullo (davvero fanciullo, classe '83!). Non è originario di New Orleans, ma viene dal Michigan. Comunque poco importa...ormai la musica è contaminazione! E ben venga.

    E w il blues, sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte il fatto che con questo Gosling tu mi pare che sia un po', ehm, parziale, il punto è il taglio. Lui sta bene perché i suoi calzoni e camicia hanno un ottimo tagio, mentre quelli del giovane Luke sono sformati. Certo, il fanciullo è un povero (per ora) musicista e non può permettersi abiti costosi, però insomma, neanche il sacco di patate a righine!
      Però questi sono dettagli minori di fronte alla sua indubbia figaggine.

      Elimina
    2. Sì, sono parziale :)
      Era proprio per sottolineare il fatto che il bluesman per definizione non può essere vestito bene, neanche se avesse i milioni.
      Dettagli minori, il bluesman è figo per definizione.

      Elimina
  8. Ma ci puoi credere che questo fanciullo stasera viene a cantare in queste lande desolate?? Cercherò di appurarne la figaggine da vicino ;-) Speriamo solo che non si metta il pigiamone come in questo video... Ah, il tizio in canottiera è italiano, mi sa che si è voluto calare nello stereotipo statunitense dell'italoamericano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma pazzesco!!! A Varese!! Stasera!!
      Ok, ho capito, allora è una questione di karma cosmico. A me piace un musicista, e quello comincia a fare concerti nel continente opposto a quello dove mi trovo io.

      Elimina