mercoledì 17 luglio 2013

Il massaggio cinese

Ecco, finalmente me l'hanno spiegato, visto che da sola non l'avevo ancora capito. Se vuoi rilassarti, scegli il massaggio occidentale, quello che ti accarezza, ti coccola, ti liscia i muscoli. Se invece vuoi sentirti come se ti avesse camminato sopra Godzilla, allora il massaggio orientale è quel che fa per te. 
Dopo la mia tragica esperienza con il massaggio fantozz-thai, sono tornata nel posto scrauso di Chinatown che è l'unico che mi posso permettere senza l'ausilio di buoni-regalo. Ho anche comprato un buono da cinque massaggi, che costava esattamente come cinque massaggi e quindi mi è sembrato molto conveniente. Basta che la prossima volta mi ricordi di dire alla signora cinese Sofia di pestarmi un pochino di meno, e tutto andrà per il meglio. Rispetto all'energumena tailandese, la signora Sofia è stata molto più lieve, e in effetti sono rimasta indolenzita solo il giorno dopo, anziché soffrire orribilmente per una settimana come dopo il massaggio thai.
Insomma, ancora un piccolo sforzo e ci siamo. Basterà regolare un po' la pressione e avrò trovato il massaggio che fa per me, economico, lungo e sciogli-tensioni. E poi non bisogna sottovalutare l'ambiente, classico Chinatown, lontano anni luce dal pretenzioso new-age californiano per riccastri. Un ambiente senza fronzoli e senza pretese, che bada solo all'essenziale. Le prese di corrente, per esempio. Quando la signora Sofia è uscita e mi ha lasciata sola nella stanza del massaggio, non ho potuto fare a meno di fotografare questo capolavoro:



22 commenti:

  1. Forse al massaggio ti abituerai, alle prese di corrente un po' meno!

    RispondiElimina
  2. Ho anche comprato un buono da cinque massaggi, che costava esattamente come cinque massaggi e quindi mi è sembrato molto conveniente :D :D

    la sicurezza nei luoghi pubblici è fondamentale


    RispondiElimina
  3. Ecco, le prese: ogni volta che vado in USA rimango allibita, anche solo agli incroci, un groviglio che lì non ti aspetti...
    Sui massaggi è come per lo yoga, tu pensi che sia dolce ecc come quello che ti propinano ai corsi preparto e poi ...ti *spiezzano in due* (reduce da una settimana di yoga orientale quotidiano, quello che ti fa scoprire muscoli di cui non sapevi l'esistenza e camminare come uno stick man ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, no, io con lo yoga faccio solo roba soft! Va bene farmi pestare col mortaio, ma fare fatica, quello mai!

      Elimina
  4. Complimenti! Un'"Installazione"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci avevo pensato. Forse è un'opera d'arte concettuale.

      Elimina
  5. ORPO, non fanno attenzione alla sicurezza, mi par di capire....
    Però sono creativi!

    RispondiElimina
  6. Gli orientali coi fili elettrici, i cavi, i fili del telefono, il gas e simili sono fantasiosamente imbattibili. Dovrei fare qualche foto anche io in India. Per non parlare di quando provarono ad aggiustare il groviglio dei fili telefonici... sputandoci sopra, e funzionò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, proprio ieri ci si è guastato il router. Non capisco perché l'addetto al call center indiano non ci ha detto di sputargli sopra. Sicuramente sarebbe ripartito prima,

      Elimina
  7. sembra una cosa che potrei fare in casa mia.

    RispondiElimina
  8. Al netto dagli incendi, mi sembra un ottimo compromesso! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In una città fatta prevalentemente di legno è un compromesso un po' rischioso :-)

      Elimina
  9. Certo che ci si è accanita, eh..

    RispondiElimina
  10. Ma non hai paura che scoppi qualcosa visto il precario stato dell'impianto?

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ma no, son tutti così, solo che normalmente son nascosti mentre questi sono ben in mostra e arrangiati in maniera creativa con lo scotch :)
    Dico davvero, eh.

    RispondiElimina
  12. Finché non metti i piedi ammollo vicino a quella fantastica opera concettuale, va tutto bene...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna non è previsto il pediluvio. Il pestaggio è più che sufficiente.

      Elimina
  13. hai proprio l'avventura dentro :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', anche tu non scherzi!
      Ho appena visto che questo post è stato ripreso da uno di quei siti che raccolgono tutti i post sullo stesso argomento, in questo caso "massaggio". Ma l'unica cosa che si vede è il titolo e la foto. Chissà cosa penseranno!

      Elimina
  14. Ma poi, una volta passato il dolore, sei energizzata/rilassata per una settimana o lo fai per offrire i tuoi dolori al Signore e guadagnarti un posto in paradiso? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, questa è una buona domanda. Lo sai che non me lo sono mai chiesto? Cioè, una volta passato il dolore mi sembra di stare uguale. Uhm... Adesso però ho comprato il convenientissimo buono da 5 massaggi, quindi devo tornarci per forza. Ci farò caso.

      Elimina