sabato 6 luglio 2013

Volate Air Canada (se proprio dovete volare)

La piena del Tevere (lo vedete il tronco?)
Ho concluso la mia estate a Roma sotto un cielo perfetto. Ho frequentato persone belle, sono stata ospite nella bella casa dei miei amici, ho pranzato alla Casa Internazionale delle Donne che mi piace tanto, e quando i trasporti mi hanno tradita, facendo saltare l'incontro con Andrea a Villa Borghese, ho passato qualche ora solitaria e fresca all'Orto Botanico. Ho chiacchierato con tutti, perché Roma mi mette allegria e i romani mi fanno venir voglia di chiacchierare. Ho chiacchierato un po' anche con il tassista che mi portava a Fiumicino, ma non tanto, perché aveva messo Cara di Lucio Dalla ("Signo', questa è la canzone più bella di Dalla") e mentre guardavo la vita di Roma scorrere davanti al finestrino mi si è stretto il cuore, e non è una metafora, il cuore si stringe davvero e fa anche un po' male.
(Le caviglie, Silvia, ricordati che con il caldo ti si gonfiano le caviglie, adesso ti sembra di lasciare un paradiso ma poi il caldo si farà intollerabile e tu sarai felice di essertene andata. Già. Felicissima.)

L'orto botanico (estate)
E comunque, se proprio volete lasciare Roma d'estate per approdare a San Francisco in inverno (come dice quella citazione abusatissima ma sempre valida, che tutti attribuiscono a Mark Twain ma che lui mai pronunciò: L'inverno piu' freddo della mia vita fu un'estate a San Francisco), volate con una compagnia europea, oppure con Air Canada, come ho fatto io questa volta. Le compagnie americane, oltre a essere notoriamente pessime, fanno scalo in territorio americano. Soprattutto a New York. Non si contano le storie dell'orrore degli italiani residenti in California sugli scali newyorkesi. C'è gente che si farebbe tagliare una mano, piuttosto che rifare a scalo a Newark o a JFK. Provate anche solo a menzionare uno di quegli aeroporti a un italo-californiano, e vedrete la sua faccia contorcersi dall'orrore, lo sentirete pronunciare parolacce orrende accompagnate da gesti apotropaici di varia volgarità. Code apocalittiche, personale simpatico come i diavoli delle bolge infernali, valigie da ritirare e reimbarcare, coincidenze perse, bagagli smarriti, interrogatori minuziosi, a volte condotti dentro inquietanti stanzini. Benvenuti negli Usa.

Gli aerei dell'Air Canada sono comodi, soprattutto per me che viaggiavo vicino all'uscita di emergenza senza nessuno di fianco e potevo scegliere se allungare le gambe sul sedile accanto oppure stenderle in alto appoggiate alla parete. Le hostess dell'Air Canada sono le più gentili che io abbia mai visto. Il cibo dell'Air Canada non so com'è perché mi ero portata due enormi panini preparati dai simpatici commessi del banco gastronomia del supermercato in piazza Cola di Rienzo, uno con mozzarella affumicata e pomodorini secchi e l'altro con zucchine grigliate. Cibo dell'aereo, tiè.

Sogno
Lo scalo a Montreal è il sogno della viaggiatrice stanca. Le valigie te le imbarcano direttamente sul volo successivo. Il controllo di sicurezza è un unico sportello con due persone davanti a me, e la poliziotta che dice, con un sorrisetto ironico: "Toglietevi le scarpe, che state andando negli Stati Uniti". La dogana si fa in una stanzetta - territorio Usa - dove c'è un unico poliziotto che ti guarda svogliato e se ne frega bellamente del motivo della tua visita. Tempo totale fra sicurezza e dogana: 4 minuti. Durante l'attesa per l'imbarco, San Francisco incombe minacciosa nella persona di una californiana dalle spalle larghe con un frisbee appeso allo zaino che fa yoga sulla moquette dell'aeroporto.

Il primo giorno ci sono 16°. Di giorno. Di sera, mentre passeggiamo verso il ristorante afgano, ce ne saranno 12, con vento gelido e nebbia. I vestitini romani sono già lavati e riposti in valigia. Stasera maglione di lana e giubbotto. Le mie caviglie saranno contente, immagino.

49 commenti:

  1. A presto, Silviettina!!:***

    RispondiElimina
  2. Confermo: scalo a NY, da INCUBO!!! Valige perse, capitato! Va però detto che le compagnie USA sono molto più bimbi-friendly, e non è affatto poco, anche perchè la scandalosa compagnia italiana (un'eurpea a caso...) ti fa pagare come extra cosa che tutte le altre non si sognano di fare, quasi come la terribile RA (che non si merita menzione, io la boicotto al punto da non citarla) e ha un call center che non sa cosa succede nei vari scali e contraddice le infos sul sito e dei partner.
    Ciò detto per Italia - California: Delta tutta la vita e terrò conto di Air Canada se capiterà ancora di poter seguire il consorte e per un po' la vedo dura.

    Per mia esperienza, anche se su altre rotte, la migliore rimane Singapore Airlines, cibo compreso - asiatico, delizioso, servito anche con classe - e son le uniche divise che abbia mai invidiato.

    Ben tornata in USA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Quanto alle compagnie, sulla scandalosa compagnia italiana non volo MAI (perché pagare per ottenere il peggior rapporto qualità-prezzo dai tempi delle traversate continentali con i carri dei pionieri?), e ho da un pezzo abolito le low cost (RA e EJ in primis) perché spregevoli e in fin dei conti neanche così convenienti.

      Elimina
    2. Esatto (e poveracci quelli che ci lavorano)

      Elimina
  3. Non ti è venuta voglia di restare a Montreal?
    Comunque vedrai che quando arriveranno notizie del caldo italiano con i nomi inventati dai meteorologi (Caronte,Ade, ....) guarderai con piacere il grigio e la nebbia di san Francisco. E' quello che succede anche a me a Bruxelles, quando apro le finestre e scopro, invece del forno che si spalancava a Bologna, la "grisaille estivale", il grigio chiaro, tipico del "plat pays".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è venuta voglissima! Intanto leggo avidamente su fb gli status di chi si lamenta per il caldo e cerco di consolarmi così.

      Elimina
    2. Noi Montrealesi - adottati e non - ringraziamo per le belle parole! E confermo: qui sono tutti cosi', a volte fin troppo carini e gentili. La prima volta che e' venuto mio padre a trovarci, da solo, senza sapere altra lingua fuorche' l'italiano, temevo un po' il passaggio dell'immigrazione. L'ho poi visto sbucare agli arrivi tranquillo e beato, perche' vedendo che era italiano l'avevano re-indirizzato allo sportello in cui l'ufficiale dell'immigrazione era italo-canadese. Si son messi pure a parlare di pomodori...

      Elimina
    3. In effetti i canadesi sono famosi per la loro gentilezza, e devo dire che sperimentarla in una situazione normalmente brutale come i controlli per la dogana all'ingresso negli Usa ti riempie il cuore di gratitudine!

      Elimina
  4. L'afa romana!! Non mi manca, me la sono portata dietro :D e somma invidia x le gambe alzate sulla parete. C'e' chi non puo'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' questo il problema: non c'era afa. C'era sempre un bel venticello, di quelli che basta che ti metti all'ombra e stai subito benissimo.

      Elimina
    2. Allora e' vero che questa e' un'estate pazza!!

      Elimina
    3. Be', era appena cominciata... qui invece non è pazza per niente, tutto secondo programma. Dopo il 4 luglio, nebbia per due mesi :-(

      Elimina
  5. potevi dirmelo che eri a roma.. ora sono qua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo solo due giorni e mille cose da fare...

      Elimina
  6. confermo: non toccare il cibo dell'aereo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo tocco più da molto tempo: ormai solo grossi e succulenti panini!

      Elimina
  7. La cosa più fastidiosa degli scali USA è il reimbarco dei bagagli e il personale, te ne do atto, è indisponente. Ti fanno sentire un pericoloso criminale.
    Non conosco Air canada ma per me e per ora, la miglior compagnia resta Air France.
    Anch'io boicotto RA, con tutta la mia forza!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ottima l'Air France, una volta perse la valigia di Mr K e gli diede un generoso rimborso giornaliero per tutta la settimana che impiegò a ritrovarla.

      Elimina
  8. Anche a me ROma fa più o meno lo stesso effetto, mi dà energia e mi mette sempre di buonumore, e non credo sia solo merito degli affetti che ho lì.
    Bentornata a San Francisco allora, io ti saluto boccheggiando felicemente da qua :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì, anche a me Roma fa stare così!

      Elimina
  9. Confermo anch'io l'orrore nei confronti dell'areoporto di NY! Mai voltato con Air Canada ma adesso che me l'hai detto, ci farò un pensierino! Anche KLM non è male ma da quando si è fusa con Air France è più difficile scovare voli puramente KLM, ahimè!
    Ben tornata a Frisco, cara Silvia! Se posso dire comunque finora non è andata così male l'estate qui... stranamente!! Chissà che si rialzino le temperature per far godere anche a te del caldo qui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabina! Lo so, me lo dicevano tutti che c'era un insolito tepore a SF, ma io ero sicurissima che al mio arrivo avrei portato il freddo. Sono sempre stata un po' fantozziana.

      Elimina
  10. Benarrivata a SF, pensarti lì mi rende felice e allo stesso tempo mi fa anche un po' di malinconia.
    Di nuovo 9 ore....... :)
    Con Air Canada ho volato sempre bene, qualche tempo fa la migliore a mio parere era KLM. Di questi tempi però credo che le compagnie si siano tutte livellate...verso il basso. Pessima esperienza con RA,
    mai piú ripetuta.

    Oggi ho acquistato NW, il libraio ha molto apprezzato la scelta....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che l'apprezzerai anche tu. Fammi sapere!

      Elimina
  11. Air Canada? E com'e' che non mi capita mai a tiro?? Dev'essere la rotta...Me l'annoto, pero', perche' sono ARCI STUFO di tutti questi fantastici controlli, file, interrogatori e menate varie per la supposta sicurezza! Purtroppo il problema non riguarda solo gli USA; ho volato British Airways, e tanti auguri se dovete fare uno scalo a Londra...Sono quasi peggio degli Americani! :(

    Bello il tuo articolo, veramente! Anche se non e' riuscito a farmi cambiare idea su Roma... A me fa venire i nervi, sempre, la trovo una citta' impossibile e caotica, potrei citare centinaia di episodi che in piu' di 30 anni mi hanno fatto venire l'esaurimento, dai servizi pubblici disastrosi, al traffico, dal pressappochismo all'arroganza di tanti romani. Certo la citta' - come capita spesso in Italia - ha tante bellezze: quelle architettoniche, storiche e artistiche che tutti gli stranieri ci invidiano, e ha pure un cibo ottimo e spesso poco caro. Ma a me bastano due giorni per desiderare di scappare, non ci vivrei MAI, e il cuore non mi si stringe proprio quando me ne vado...anzi...si allarga non appena sono fuori!

    Su San Francisco non mi posso pronunciare perche' non ci ho mai vissuto. Come turista e per breve tempo non mi ha fatto impazzire, e so di essere un Italiano atipico, perche' in media gli Italiani adorano San Francisco. Speriamo che l'estate venga in Autunno, Silvia...non e' cosi' da quelle parti? Forza e coraggio! Ti aspetto a Los Angeles, per godere qualche giorno con te di sole pieno e temperature molto vivibili. Io sono ai miei ultimi giorni di Virginia...sigh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coraggio Sandri', pensa alla tua casetta che ti aspetta!
      Anch'io non avevo mai notato questo Air Canada, sarà stato un caso fortunato? Vedremo la prossima volta.
      Quanto a Roma, capisco benissimo quello che dici, me ne sono resa conto appena ho cominciato a muovermi con i trasporti pubblici: se sei in vacanza è perfetta, se devi lavorare o hai degli appuntamenti da rispettare credo che possa diventare un incubo. Ma io ci vado sempre in vacanza...

      Elimina
  12. Per me finora la migliore resta air france ma non ho mai provato air canada! Sto guardando sul tg l'incidente aereo di SF....brrrrrr,mai guardare queste cose prima di un volo transoceanico!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brutto, eh? Se penso che sono atterrata lì appena due giorni fa...
      Quando parti?

      Elimina
    2. Buon viaggio! Spero che ti vada bene come a me.

      Elimina
  13. E di una cosa siamo sicuri: quella citazione abusatissima non e' stata scritta da un'irlandese! Quelle di cui parli sono le temperature medie di una mite estate irlandese! Oh, poveri noi! Pero' e' vero, a Roma (e a Firenze) si gonfiavano anche a me le caviglie... per non parlare poi degli svenimenti causa pressione bassa! Per quanto riguarda i voli, next time esplora anche la possibilita' di viaggiare con Aer Lingus. Fai scalo e controllo dogana (lo chiamamno pre-clear) a Dublino che e' l'unica citta' in Europa a cui e' stato concesso questo *privilegio*. Il personale e' sempre di una gentilezza unica! L'unica cosa che non ti assicuro e' l'indifferenza sul motivo della tua visita! Del resto, si sa gli Irlandesi sono dei chiacchieroni... altro che romani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, bene, e non ti fanno neanche scaricare e reimbarcare il bagaglio? Questa è un'altra cosa che ti cambia la qualità del viaggio.
      Se poi indagano per fare quattro chiacchiere pazienza, gli racconto anche la storia della mia vita. Basta che non mi facciano sentire pronta per Guantanamo.

      Elimina
    2. Guantanamo? Nooo, ma stai certa che poi la tua storia verra' riraccontata al pub!

      Elimina
  14. Air Canada? Got it! Prendo nota per quando ne avrò la possibilità :) belle le foto del tuo soggiorno romano. Comunque sì, l'estate romana è da evitare. Tutte le volte che ci finisco in estate mi sento come gli orologi sciolti di Dalì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sono proprio stata fortunata. Ma il peggio di solito arriva in agosto, no? Comunque il mio problema non è tanto il freschetto, quanto la nebbia. Qui si rischia seriamente la carenza di vitamina D.

      Elimina
  15. Urca!! Cavoli!! Peccato non esser stata a Roma proprio durante la tua mini tappa di due giorni:-) Cola di Rienzo ecc è la "mia zona"..diciam così..:-) Magari chissà..in futuro:-) Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo in un futuro molto prossimo. Roma è la città che visito sempre con più gioia.

      Elimina
  16. Ben tornata al fresco :) ma li quando arriva l'estate? Qui ancora si è vista poco e devo dire che non mi dispiace :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui l'estate non esiste. Guarda, questo è un normale giorno di luglio.

      Elimina
  17. Che bello sentirti parlare bene di Roma, mi fai felice.
    Anche io ci sono appena stato e ritornare mi apre sempre il cuore.

    Ti leggo sempre, anche se sono terribile e non lascio messaggi. Questa volta però non ho resistito...
    Un abbraccio e un saluto,
    Chotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roma è la mia città preferita in assoluto, mi mette una sensazione frizzolina, esilarante. Ovviamente questo è legato al fatto che ci vado sempre e solo in vacanza e mai a lavorare, e anche che non l'ho mai vista nella famosa afa d'agosto (che però da me sul lago non è molto diversa), vabbè, però intanto è così. Pensa che al mio arrivo ho subito beccato un ingorgo di taxi davanti a Termini perché il tassista in prima fila se n'era andato e aveva piantato lì la macchina: tutti i viaggiatori in coda che sbraitavano furiosi, io che ridevo beata. E poi mi sono goduta il viaggio con il tassista che parlava romanissimo e mi sembrava Guzzanti.

      Elimina
  18. ma sarà meglio un'estate romana di una da pianura patavina sicuramente ;) e oggi ti ruberei quei 16 gradi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi eravamo sui 20, con un bel sole. Ma dalla mia finestra a sinistra si vede il mare di nebbia che sta per sommergerci.

      Elimina
  19. Io ancora non ho il coraggio di partire, ma a settembre mi toccherà..
    Intanto qui prosegue l'altalena estate/autunno.. vincerà l'autunno, ma anche oggi sono riuscita a prendere un po' di sole, quindi non mi cruccio ancora.
    Ben arrivata a San Francisco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello però tornare a casa in settembre, è una splendida stagione. Da me ci sono profumi buonissimi, a settembre, e sono sicura anche da te.

      Elimina
  20. Leggerti è un piacere e un privilegio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci siamo incrociate nei commenti, e ricambio :-)

      Elimina
  21. ben tornata a san francisco allora :-)

    [uh, le cose buone che si mangiano a piazza cola di rienzo...]

    e grazie per la dritta air canada, magari torna utile! :-)

    RispondiElimina