lunedì 4 ottobre 2021

Audiolibri

Sono un'assidua ascoltatrice di audiolibri. Ma ho imparato a stare attenta: solo libri italiani o libri di cui esiste un'unica traduzione. Audible, per i classici, sceglie le traduzioni che costano meno, non indica il traduttore e prende attori che non sanno pronunciare i nomi.
Mi sono detta, vabbè, provo ad ascoltare Delitto e castigo prima di rileggerlo. Ma al primo Semen anziché Simiòn (Semën, Dio mio, insegnate almeno all'attore a pronunciare i nomi russi) ho spento tutto.

4 commenti:

  1. Ecco, Paolo Nori che direbbe?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho ascoltato il suo Sanguina ancora letto da lui medesimo, ed è molto bello (oltre ad avere tutti i nomi pronunciati perfettamente!).

      Elimina
  2. Risposte
    1. No, ho visto che ha tanti bei libri, ma c'è stato un disguido sul mese di prova gratuito e sono rimasta con Audible.

      Elimina