venerdì 6 aprile 2012

Postcards from New York/8: Central Park al crepuscolo

Passeggiata serale nel parco. Bethesda Fountain.



Strawberry Fields. La zona del parco dedicata a John Lennon dove è vietato fare musica (una brillante idea del sindaco Bloomberg)

You wouldn't have imagined this, John

The Dakota Apartments, dove John Lennon è vissuto ed è morto
Columbus Circle. In genere i grattacieli non mi piacciono (a parte qualche eccezione), ma questi sono fotogenici

11 commenti:

  1. Mi vuoi far morire di invidia, nostalgia,...perdutamente!!
    Ora sono seduta sulla coperta che riproduce il mosaico Imagine. Mi consolo..... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, dai, puoi sempre tornarci, no? :-)

      Elimina
  2. Benarrivata nella mela e ...
    Mamma mia quanto scarpini, sei instancabbile!!
    Se la prossima settimana hai voglia di fermarti per un caffe' o un "latte" fammi un fischio e ci incontriamo :)

    Alice felice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice! Macché, non scarpino neanche un decimo di quanto vorrei! Qui tutti mi augurano buone vacanze, ma io lavoro anche in questi giorni (ok, a ritmo un po' ridotto, lo ammetto)!
      Dove abiti? Dove ce lo prendiamo, il caffè?

      Elimina
    2. Mannaggia, pero' con le belle giornate, puoi almeno lavorare immersa in qualche bel posto?
      Io sto a broccolino, all'angolo sud-ovest di Prospect Park, al limitare della Brooklyn "bella" (park slope)... Ti scrivo una mail, cosi' ti mando i miei dati sensibbili!

      Alice caffettizzatrice

      Elimina
    3. Uh, bella Park Slope, ci ho soggiornato due o tre volte quando facevo la cat-sitter della gatta Emma. Guarda, mi sacrifico ancora per qualche giorno finché ho la casa tutta per me, voglio finire una revisione e un paio di altre cosucce, così appena comincia a piovere sono pronta per uscire! ;-)

      Elimina
  3. Ma come e' vietato fare musica?? Leggo che tra l'altro e' vietata qualsiasi attivita', vabbe', ma vietare la musica nella zona John Lennon... O_o

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No guarda, questo sindaco miliardario è un gran rompiballe. Nei parchi non si può fumare, e in parecchie zone (tipo anche la Bethesda Fountain) non si può fare musica (e neanche giocare, come vedi). Ora, io capisco la necessità di tenere lontani gli orridi suonatori di bonghi, ma questi qui mi sembrano proprio rimbecilliti. Vietare la musica a casa di John Lennon? Mah!

      Però i newyorckesi fumano! Ieri sera sono andata a sentire un concerto a Brooklyn in un posto che si chiama The Gutter (già il nome è tutto un programma), e poi il ragazzo che ci ha accompagnati alla metropolitana ha insistito con grande foga perché fumassi in macchina. "Ehi, qui non siamo mica in California!", mi ha detto. Risultato: mi sono congelata per tenere il finestrino aperto e non appuzzarmi tutta di fumo.

      Elimina
  4. ah! nostalgia canaglia! quanto vorrei tornarci e restre lì per un paio di mesi (o un paio d'anni). eh, perché a me i grattacieli piacciono e li trovo tutti fotogenici :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì! Un paio d'anni! Oddio, quanto mi piace questa città! :-))

      Elimina
  5. Tra l'altro gli anni '70, quelli di John a NYC, sono stati fantastici in città. Lui l'amava molto, peccato vi abbia trovato anche la morte (una storia che m'intristisce sempre tanto).
    Comunque John è un grande, ecco, volevo dire questo.

    RispondiElimina