mercoledì 11 aprile 2012

Postcards from New York/12: Dall'East Side al West Side

Park Avenue
  
Tricheco al pub
Violinista nel parco

Barney Greengrass, nell'Upper West Side. Locale poco riscaldato, camerieri pigri, "leggendaria cucina ebraica". Un'istituzione.
Per chi non ama il gefilte fish, anche Dunkin' Donuts è kosher

E per finire, un tè con Julie Otsuka nel suo "ufficio"

12 commenti:

  1. Oh, The Hungarian Pastry Shop:-) Che emozione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora, c'era una simpatica cameriera albanese che parlava benissimo l'italiano, e che quando si è accorta che il mio primo esperimento dolciario era fallito (strudel con semi di papavero, la cosa più dolce che io abbia mai assaggiato. E il massimo livello di dolce che riesco a tollerare è il cioccolato fondente nerissimo!) ha accartocciato il conto e mi ha portato un'altra pasta (strudel con ciliegie acidule, molto meglio).

      Elimina
    2. Ciliegie acidule, forse amarene, lo strudel con la sfoglia sottilissima, spero. Se però non ami il dolce, la pasticceria ungherese non fa per te. Dovrebbero avere anche roba salata, salatini con crema di formaggio, per esempio. O le pogàcsa al formaggio, con le patae, oppure lo strudel con i crauti, buonissimo!

      Elimina
    3. Sì, lo strudel aveva la sfoglia sottilissima ed era molto buono. Però lo strudel con i crauti... slurp!! Spero che ce l'abbiano all'Hungarian Literary Society (ci andiamo venerdì sera)!

      Elimina
    4. I semi di papavero dovrebbero essere praticamente insapori...forse c'era del miele e magari l'acidulo delle amarene ne spezzava un po' la dolcezza? Comunque i dolci di influenza turca sono tra i piu' dolci che esistano (io ad esempio se penso alla baklava mi si cariano i pensieri).

      Elimina
    5. Secondo me gli ingredienti erano miele, zucchero, melassa e due o tre semi di papavero per dare un po' di colore. Io ho visto il viola scuro e l'ho collegato al sapore delle prugne, uno sfortunato caso di sinestesia alimentare. E poi sì, ho subito cominciato a temere per il lavoro della mia dentista!

      Elimina
  2. Ma la dama accanto al tricheco??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era Pasqua, quel giorno si vede in giro un po' di tutto! C'è la Easter Parade downtown piena di gente dai buffi cappelli fioriti, ma evidentemente questi hanno voluto strafare...

      Elimina
  3. La dama e il tricheco!
    Le Donuts kosher? Suona proprio strano!

    RispondiElimina
  4. Ma la dama e il tricheco sembrano usciti da un film di due secoli fa...
    belle cartoline!

    RispondiElimina
  5. Ooooh: ho guardato le tue foto a bocca aperta, come un bambino :D

    RispondiElimina