giovedì 19 aprile 2012

Casa!


Ok, ho barato, la foto l'ho scattata a Natale, poco prima di partire. Se guardate bene, più o meno in mezzo ai due muri del porticciolo dovreste vedere un coso che spunta dall'acqua: è l'orrido albero di Natale che per tutto dicembre va su e giù in mezzo al lago. Un po' più in là c'è pure un presepe sommerso.

La foto ritrae un angolo pittoresco della terra di Lombrosia, abitata in maggioranza dalla stirpe dei lombrosiani, che si riconoscono per via della fronte bassa, dell'espressione stolida e del frequente uso di indumenti verdi. Il panorama è stato immortalato mettendosi nella posizione consigliata a chi scatta fotografie da queste parti: rigorosamente con le spalle alla terraferma, per evitare di comprendere nell'inquadratura la spianata di villini del geometra e palazzoni postsovietici che ricopre la prospera Lombrosia. Se vi girate verso il lago e le montagne (sempre che rimaniate a distanza di sicurezza dagli analoghi villini e palazzoni costruiti sull'altra sponda) invece, va tutto bene. Basta che non vi venga in mente di nuotare nel lago. L'inquinamento è così grave che potrebbe bastare un tuffo per trasformarvi in lombrosiani.

25 commenti:

  1. Ben tornata!
    E complimenti per la foto... Avrai nascosto bene i villini, ma il posto e' splendido.

    RispondiElimina
  2. Certo, il lago è splendido, e anche le montagne. Tutti posti dove la mano (sub)umana non è ancora riuscita ad arrivare. Quando sono negli Usa la cosa che mi fa imbestialire al solo pensiero è la sanità privata, in Italia invece è la speculazione edilizia e la devastazione del territorio.

    RispondiElimina
  3. Bentornata in quel di Lombrosia!
    I lombrosiani si riconoscono anche per quell'alberello osceno in mezzo al mar! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai com'è, non avendo ancora trovato il modo di trasformare il lago in un bel parcheggio, almeno ci piantano in mezzo l'alberello :-D

      Elimina
    2. Goditi la tua terra in un momento storico in cui stanno tremando pure le onde del lago... E non so se sono ironica. Un abbraccio.

      Elimina
  4. Un caro saluto da Cafonia, città meravigliosa popolata da gente sedicente furba e senza rispetto per il prossimo, figurarsi per la cosa comune.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andrea!! Malgrado il tanto sbandierato disprezzo reciproco, la Lombrosia e Cafonia hanno un sacco di cose in comune.

      Elimina
  5. Perchè rovinare un simile paesaggio con tale alberello scanchenico? (Termine della Gondolia che sta per: Striminzito, bruttino)

    Btw, bentornata a casa! :D

    RispondiElimina
  6. Perché non hai visto il presepe sommerso (che almeno ha il buon gusto di starsene sommerso, tranne negli anni di secca, quando le statue emergono per metà dal lago)!
    Bello scanchenico! E viva la Gondolia (cominciamo una collezione?)!

    RispondiElimina
  7. L'albero non lo vedo.... Bentornata nel Bel Paese! Mo' ti aspetto a Milano!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio così, le montagne sono molto più belle. A presto!

      Elimina
  8. Per un attimo ho pensato la tua casa fosse una delle barche ormeggiate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia casa è già umida a sufficienza, grazie! ;-)

      Elimina
  9. Ho dovuto ingrandire la foto per capire dov'è l'albero! Mah...ha un significato particolare? Che piaccia o no lui almeno spunta, invece il senso del presepe sommerso mi sfugge...
    (La foto comunque è molto bella)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il senso di un albero di Natale che va su e giù nel lago? Mah!
      La foto l'ho scattata in un giornata limpidissima, di vento forte, una di quelle giornate d'inverno in cui il lago da il meglio di sé :-)

      Elimina
  10. bentornata a casa! ma è un ritorno col dente avvelenato, cavolo!
    comunque non ce ne saremmo accorti che avevi barato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, il mio rapporto con l'Italia è un po' doloroso, cara Mariantonietta. Sono cresciuta in un posto bellissimo fra lago e boschi, e adesso molti di quei boschi non ci sono più, sostituiti dal cemento distribuito a pioggia da una massa di avidi mentecatti... come potrei non avere il dente avvelenato? Comunque basta allontanarsi dalle zone abitate per trovare ancora posti meravigliosi.

      Elimina
  11. mangia piu' che puoiiii :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei la prima italiana che torna in America ingrassata invece del contrario! :-DD

      Elimina
  12. ormai e' quello che succede a me quando torno in Italia ;)

    RispondiElimina
  13. Certo che l'albero di Natale fluttuante non si puo' vedere!:)

    RispondiElimina
  14. Fate anche lì il bagno con le nutrie?!
    Bentornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bagno? Io in quell'acqua lì non mi bagno neanche l'alluce! Comunque sì, ci sono anche le nutrie.

      Elimina