giovedì 13 settembre 2012

Cose che non rimpiango dell'Italia/2


L'altro giorno un mio studente ha parcheggiato il suo scooter sul marciapiede. Quando è andato a riprenderlo, ha trovato una multa di $220. Ecco, magari così è un po' troppo (anche senza arrivare a dire, come Bill Vaughan, "A real patriot is the fellow who gets a parking ticket and rejoices that the system works"), però è senz'altro meglio del parcheggio selvaggio.

28 commenti:

  1. Qui l'ultima multa per divieto di sosta che ho preso insieme a un'amica l'ho trovata una truffa. Ci hanno lasciato un foglio in cui non veniva indicato l'importo e, mi pare, neppure data né ora. Le informazioni le si poteva ottenere telefonando al numero dei vigili. La multa la si poteva pagare a partire da 20 giorni dopo e per un periodo di tempo di 20 giorni, poi sarebbero scattate ulteriori penalità. Erano 90 euro e 2 punti in meno sulla patente. L'abbiamo pagata in tempo ma, a quanto pare, occorreva inviare anche un foglio in cui si indicava l'effettivo guidatore del veicolo ed è quindi arrivata un'ulteriore multa di 270 euro. Il tutto a me è sembrato un po' esagerato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, sì, le multe sono una delle cose più orribili del mondo, insieme alle tasse e al dentista. A tutti è sembrata esagerata la multa allo studente, oltretutto simpatico e carino, però poi qualcuno mi ha spiegato che gli è andata bene: di solito per il parcheggio illegale c'è la rimozione forzata, e allora sono $400. E non solo: la ditta che si occupa delle rimozioni è un appaltatore privato, che se ne sbatte delle condizioni in cui la macchina/moto verrà ritrovata dal proprietario...

      Elimina
    2. cioè, la macchina è in sosta e chiedono chi è alla guida? dei fenomeni.

      Elimina
    3. Sì, credo che serva per sapere a chi devono togliere i punti...

      Elimina
  2. Ecco, anche quello non lo troverei giusto. Se sbagli, paghi... ma la punizione dovrebbe essere proporzionale all'errore!

    RispondiElimina
  3. Concordo con le necessità delle multe per chi parcheggia veramente dappertutto. Quando sono in Italia vivo a Bologna e, sotto i portici, la mattina, devo fare lo slalom tra le moto e le bici per uscire di casa.Qualcuno ogni tanto la mette direttamente sulla soglia della porta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, i marciapiedi delle nostre città sono una cosa vergognosa.
      (Se sono sembrata un po' tenera nei confronti dello studente è perché qualche settimana fa ci ha detto di aver salvato una ragazza da uno stupro in una strada della città, e poi di aver inseguito e catturato il criminale. Insomma, a un eroe così avrei anche fatto lo sconto!)

      Elimina
    2. Excursus parcheggi di Elle.

      A proposito di Bologna e soste e multe: lì a volte sono esagerati! Davanti alla stazione dei treni si può (poteva?) parcheggiare per 15 minuti. Una volta il mio treno partì in lieve ritardo e chi mi accompagnò sostò 20 minuti. Al ritorno multa!! Non ti aspettano, non sentono ragioni. Quella volta avrebbe dovuto pagare trenitalia :D
      Invece una volta feci una serata con le amiche, con macchina prestata parcheggiata dove non c'erano strisce (ma io non me n'ero accorta, non guidavo io altrimenti avrei rotto le scatole per farla mettere altrove). All'uscita dal locale alle 5 di mattina la macchina non c'era più! Minuti di panico, poi appurammo che era "soltanto" stata rimossa. Era la mattina di domenica, e tornammo a casa a piedi. Indovina CHI andò al deposito a MM (Monculo Marittima) qualche ora dopo per riprendersi l'auto entro mezzogiorno per non far scattare lo scaglione tariffario successivo? Sgrunt!! Quella serata mi costò parecchio cara, e fu tra l'altro per una fetida dance hall cui neanche volevo partecipare! Doppio sgrunt! Ok, modalità puffo brontolone off!

      A Taranto qualche anno fa ci fu un sindaco (che si beccò il soprannome di sceriffo) che lottò strenuamente contro il parcheggio selvaggio, facendo rimuovere istantaneamente le macchine parcheggiate sui marciapiedi. Dopo lo sceriffo le cose da quel punto di vista sono nettamente migliorate: ora sui marciapiedi ci trovi al massimo qualche motorino per pochi minuti :)

      A SF e nella CA in generale la questione parcheggio era paradisiaca, con quelle macchine automatiche a tempo: fantastiche! Hai presente, no, anche se non hai l'auto? Possibile che in Europa ancora non si siano accorti che sono molto più intelligenti di quelle che emettono biglietti?

      Concludo con Lisbona: parcheggio selvaggio a tratti artistico. Su una rivista che leggo c'è persino la rubrica "Pensi di saper parcheggiare?" con le foto dei parcheggi più fantasiosi inviate dai lettori. La più bella che ho visto finora è quella di un parcheggio giù per una rampa di scalini. Capito il livello? :D

      Elimina
    3. Be', qui per i pedoni è tutto paradisiaco. I marciapiedi sono larghi, puliti e sgombri, e soprattutto le macchine SI FERMANO per alcuni secondi agli stop, e il pedone ha SEMPRE la precedenza. Un po' meno paradisiaco quando il pedone vuole spostarsi non solo a piedi, visto lo stato davvero penoso dei trasporti pubblici.

      E comunque più cose sento su Lisbona e più mi sta simpatica :-)

      Elimina
    4. Da quando son qui mi viene naturale non parcheggiare piu' sui marciapiedi o in posti non autorizzati, anche se rubo un posto intero ad una macchina.

      Elimina
    5. Infatti, era proprio questo che diceva il mio studente. Che parcheggiare lo scooter nel posto autorizzato era "uncool" perché si rubava il posto a una macchina. Però credo che d'ora in poi preferirà sentirsi uncool che beccarsi simili multone!

      Elimina
  4. Ma quelle in foto sono auto parcheggiate legalmente (pensa che schifezza comunque), a parte nell'ultima che mi sembra stanno sul marciapiede. Qua si vede di peggio, e c'e' chi parcheggia sempre nello stesso modo per vent'anni senza mai una multa, e la rimozione col carroattrezzi e' inesistente nonostante ci sono i cartelli. Mai visto in vita mia un carroattrezzi che rimuove una macchina parcheggiata male.
    Questa rimane una perla per me :-DD

    Per lo scooter sul marciapiede, comincia uno e si mettono tutti a farlo. Magari non sono cosi' numerosi a SF, ma se e' vietato perche' chiudere sempre un occhio? Poi ti ritrovi come qua gli scooter di fronte le porte di casa, contro gli alberi, contro i muretti, perche' tanto "che sara' mai". Se uno e' cosi' bravo dovrebbe ricordarsi sempre cos'e' la civilta', e non se la deve scordare solo quando gli fa comodo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, giacomo, che occhio! Ora sostituisco la foto.
      Hai ragione anche su tutto il resto, naturalmente. Il problema sta proprio nel "ecchessarammai"!
      (Sai dove l'hanno fatta, la foto del tuo link? Mi sembra scattata dalle parti di casa mia!)

      Elimina
    2. Almeno secondo me e' cosi'. Anche perche' poi come giudichi quando chiudere un occhio e quando non ci sarebbe da farlo? E' abbastanza soggettivo.

      Ma guarda potrebbe essere ovunque :-DDD

      Elimina
  5. Dopo un sacco di richieste e battaglie finalmente hanno messo una griglia per parcheggiare motorini e biciclette dove lavoro. Peccato che ci sia sempre una macchina di traverso, e i motorini continuano a stare sul marciapiede e le biciclette attaccate al palo.
    Sarà costato dei soldi installare quei tubi di ferro, cambiare la segnaletica per terra e mettere un palo che indica di chi dovrebbe essere quel parcheggio, no? Allora visto che siamo degli incivili forse qualche multa non farebbe male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente siamo tutti molto soggettivi sulle multe, perché come dicevo prima, sono più brutte del dentista e tutti le odiamo. Però davvero, il parcheggio sul marciapiede è proprio roba da incivili.

      Elimina
  6. Io sinceramente preferirei delle punizioni più salate e più efficaci per chi va in autostrada a 200 km orari e magari uccide qualcuno in un incidente perchè andava a 200 km orari.
    Se un'auto è sistemata male o se si trova in una posizione dove non dovrebbe stare, mi dispiace solo per le persone disabili che magari non riescono a passare sul marciapiede in carrozzella.
    Comunque in America mi sembrano un po' esagerati e penso che facciano veramente tanti, ma tanti soldi con quelle macchinine per il controllo parcheggio che girano continuamente per le strade... E a San Francisco, se dimentichi di girare le ruote, via con la multa! Ne ho scampata una per un pelo qualche mese fa, implorando la signora vigilessa e facendo gli occhioni da gatto con gli stivali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti fanno la multa anche se passi col verde ma davanti a te c'è la coda e blocchi l'incrocio!

      Elimina
    2. Qui c'e' l'excursus incrocio con semaforo di Jack. In America avoglia se te la fanno, ma poi e' pericolosissimo perche' se rimani in mezzo all'incrocio e diventa verde dall'altra parte non ti vedono eh, arrivano a novanta all'ora e ti si portano via perche' nessuno si aspetta questi "inconvenienti".
      In Germania sono rimasto fermo al verde perche' di fronte a me il traffico era completamente bloccato, tra un po' mi spaccavano un finestrino per tirarmi fuori dalla macchina e darmene di sante ragioni, un secondo dopo che era diventato verde. E doveva pure passare il tram da dietro una curva, quello non si ferma mica se trova una macchina di fronte.
      In Italia.. semaforo rosso? Verde? Non comprendo :-DD
      Diverse mentalita'.

      Elimina
    3. Orpo, non pensavo che i tedeschi fossero così... italici!

      Elimina
  7. http://corrierefiorentino.corriere.it/fotogallery/2012/09/camperblocco/camper-renzi-blocca-auto-2111806560844.shtml un altro gioiello proprio dell'ultimissimo minuto, il camper di Renzi parcheggiato in doppia fila!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. «Renzi, il camper spostalo adesso»
      Che figuraccia!

      Elimina
  8. Mi piace! Peccato che in Italia non si possa fare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Basterebbe qualche multa fatta bene e non cancellabile dall'amico vigile / appellabile al Tar / suggeribile al conoscente assessore, e tutto cambierebbe come per magia.

      Elimina
  9. 220 dollari mi sembra esagerato, ma se c'è una cosa che detesto è il parcheggio selvaggio e incivile!

    RispondiElimina
  10. Un parcheggio maldestro (di uno scooter!) mi sembra un peccatuccio veniale e la pena pecuniaria applicata al malcapitato scooterista un tantino fuori misura...
    Anche questa è l'America..
    ;-)

    RispondiElimina