mercoledì 23 aprile 2014

#MyNYPD: il Twitter-autogol della polizia di New York

Il NYPD, Dipartimento di Polizia di New York, ha lanciato su Twitter l'hashtag #MyNYPD per raccogliere un po' di foto e attestati di simpatia. Quello che ha raccolto, invece, è una valanga di tweet con fotografie di abusi della polizia.










26 commenti:

  1. Ops.... Avrebbero dovuto scrivere le istruzioni! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Pubblicate solo foto che non urtino la nostra sensibilità."

      Elimina
  2. Risultato opposto a quello desiderato???

    RispondiElimina
  3. ... il famoso "effetto Lucifero" di Zimbardo che, con un esperimento, verificò che quando una persona si ritrova con una divisa ad avere potere può facilmente perdere umanità...
    Mio padre faceva parte delle forze dell'ordine quindi sò che è un lavoro davvero non facile, anche ( e soprattutto ) per le brave persone che spesso si ritrovano ad affrontare momenti davvero difficili da gestire, ma credo fermamente che sia necessario un maggiore controllo.
    La cosa che più mi ferisce è che i violenti in divisa, troppo spesso, vengono protetti dalla stessa polizia...e questo è davvero inamissibile! I "cattivi" esistono in ogni campo ma è un obbligo morale, da parte di chi appartiene alla stessa categoria, metterli al bando! Se non si mettono da parte le mele marce si finisce con il gettare tutte le mele nella spazzatura!!
    Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quell'esperimento era molto interessante (e inquietante, certo).
      Grazie della tua testimonianza, sono d'accordo con te.

      Elimina
  4. eheheh
    Mi vien da ridere, anche se non è una figura di merda.. è una figura di abusi, quindi non c'è nulla da ridere..

    RispondiElimina
  5. se partisse un'iniziativa così da noi intaseremmo Twitter...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché, pensi che in Italia ci siano più abusi di polizia che negli Usa? Guarda che non siamo sempre i peggiori di tutti, in realtà molto spesso siamo semplicemente uguali agli altri.

      Elimina
    2. E comunque non capisco perché l'hashtag non sia stato raccolto in altre città. Che mancanza di fantasia.

      Elimina
  6. E' impossibile che non ci abbiano pensato!!
    Ahaha, che clamoroso autogol, davvero!! XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quanto pare la polizia non è minimamente sfiorata dal pensiero che non proprio tutti le vogliano bene.

      Elimina
  7. paese che vai abuso che trovi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardando la pagina su Twitter si scoprono storie pazzesche, tipo quella di un poliziotto nero in borghese che stava inseguendo un ladro di macchine ed è stato ammazzato dai suoi colleghi che credevano fosse lui il ladro (ovvio, visto che era nero).

      Elimina
  8. Risposte
    1. Sì, ce n'è anche una terribile che ho preferito non mettere. Un senzatetto si era sentito male sul marciapiede, un poliziotto si è avvicinato, il cane del senzatetto gli ha ringhiato per proteggere il padrone e il poliziotto gli ha sparato.

      Elimina
    2. Una tristezza infinita già solo leggerla...

      Elimina
  9. Proprio stasera ho letto la notizia. In fondo credo sia un'occasione per rimediare a certi soprusi.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', sì, a furia di denunciarli forse qualcosa cambierà. Qui da noi c'è stata una bella differenza tra la reazione ai fatti di Genova e il capo della polizia che chiama "cretino" uno dei suoi.

      Elimina
  10. Avevo letto anch'io la notizia, iniziativa geniale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, per certe cose twitter è perfetto.

      Elimina
  11. Possibile che siano così ingenui? Mah. Comunque l'importante è sempre denunciare, dunque ben venga il clamoroso autogol.

    RispondiElimina
  12. Anche in Italia, purtroppo, si potrebbe fare una raccolta di foto simili ... ed è un pensiero triste, in particolare pensando alla festa di oggi, la Liberazione, quando si pensava a costruire una società nuova, liberata dal fascismo.

    RispondiElimina
  13. Paese che vai, polizia che trovi. La polizia mi mette insicurezza, eppure non ho nulla da nascondere. Troppi i casi di mala-polizia di cui si sente parlare e che succedono per davvero purtroppo.

    RispondiElimina