lunedì 18 febbraio 2013

The Facebook Syndrome: a New Yorker cartoon



[Proviamo a concentrarci sui suoi post che ricevono commenti]

21 commenti:

  1. :D
    ormai coi like e i commenti ai link su FB nascono e muoiono anche storie d'amore!

    RispondiElimina
  2. Bellissima e terribile al tempo stesso :)

    Tempo fa mia nipote se ne è uscita con: "Sai che non ho neanche un post senza un 'like'? Alla nonna piace tutto ciò che scrivo". Io ringrazio di non aver avuto Fb a quell'età!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ringrazio di non aver avuto anche un sacco di altre cose, a quell'età!

      Elimina
  3. Sembra che il dramma sia proprio quello, per molti. E' come se si fosse diffuso un intenso bisogno di approvazione. Tutti a chiedere di cliccare "Mi piace" o ad invitare "Commentate in molti" (questo proprio non lo sopporto). Ma, dico io, mica ti cambia la vita, ricevere 1 o 100 commenti o Mi piace. Forse ti obbliga piuttosto a ricambiare la visita. Sai che pizza, doverlo fare quotidianamente o quasi. Un po' di spontaneità, che diamine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggete! Firmate! Commentate (in molti)! Si capiscono molte cose sulla psiche umana, no? Il rischio è finire come quello della vignetta!

      Elimina
  4. O anche la solitudine del blogger :D

    RispondiElimina
  5. Ecco, vedi? Rischiavo di finire così col blog, io! Fortuna che ne sono uscita in tempo da tutti quei complimenti "mi piace" e "condividi" parola che odio! che odio!!
    Ok, sono calma..
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-DD La prossima volta che ci vedremo di persona parleremo del nostro rapporto con i rapporti virtuali!

      Elimina
  6. ti lascio immaginare lo stress di avere una pagina facebook! quando ti fanno dislike.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooo, ti fanno pure dislike? Orrore! Io comincerei subito a chiedermi dove ho sbagliato... :-D

      Elimina
  7. Scrivo poco su fb, lo uso più che altro per comunicare privatamente senza spendere soldi in sms ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci sto parecchio, per comunicare ma anche per informarmi, però devo sempre fare una grande scrematura per non perdere tempo a incavolarmi per la marea di stupidaggini che circola.

      Elimina
  8. "incavolarmi per la marea di stupidaggini che circola"
    tante tante volte ho l'impulso di cancellarmi!
    mariantonietta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, dai, quelli noiosi non devi neanche disamicarli: basta renderli invisibili et voilà, non li vedi più!

      Elimina