lunedì 22 settembre 2014

Cartoline dal paradiso/3. Pioggia, passeggiate e Alice's Restaurant

 

Il giorno dopo che ho scritto il post sulla siccità ha piovuto. Forse potrei farmi assumere come maga della pioggia. Una maga un po' scarsa, però, visto che più che di vera pioggia si è trattato di qualche sputacchio sceso dal cielo, quasi una presa in giro a questo paesaggio disperatamente assetato. Però dopo la pioggia è arrivata anche la nebbia mattutina, che fa tanto bene alle sequoie.



Faccio lunghe passeggiate solitarie tra le colline e i boschi di sequoie, lungo i sentieri che attraversano la proprietà. Ogni tanto sento un rumore, e temendo che sia un puma ruggisco.


Qua e là si trovano le sculture lasciate da altri residenti, come Stations of Light (di Mark Reeves), che prevede l'ingresso in un tunnel buio e poi l'uscita nella luce. Ho provato a entrare, ma il buio era così profondo che ho avuto paura (ero da sola e pensavo: e se dentro si nasconde un puma?). Lunedì sera abbiamo in programma una festa dell'equinozio proprio lì, e in compagnia degli altri sono sicura che riuscirò a entrare.

La radura dove si trova Stations of Light

 
L'ingresso del tunnel

Venerdì sono andata in paese (il più vicino è a mezz'ora di macchina, lo staff è disponibile per accompagnare i residenti una volta alla settimana) e sono tornata con il mal di testa. Forse perché mi sono già disabituata alla "civiltà", o forse perché non ho digerito le uova Benedict che ho divorato (non resisto mai alle uova Benedict) nel delizioso Alice's Restaurant, l'ultimo avamposto di civiltà (frequentato soprattutto da motociclisti) prima di addentrarsi nella foresta. Ah, ve l'ho detto che il nostro "vicino" è Neil Young, vero? Ha un ranch dove alleva mucche per farne bistecche "organic" e "humanely raised". Forse le vendono anche qui.


Veggie eggs Benedict



33 commenti:

  1. Tutto bellissimo!

    Impara quella ricetta che appena torno me le cucini!! :)

    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai scherzando? Le uova Benedict hanno un milione di calorie, se imparo a cucinarle è la fine!

      Elimina
  2. ma se ruggisci sbagliato e quello si offende? ma in paradiso girano i puma? (solita ironia macabra del padreterno tieni il paradiso intanto ti sguinzaglio un puma, tieni il paradiso ma non mangiare mele, tieni il paradiso ma ecco ti invento i politici ed il denaro). Io propendo per le Bendict come causa del malditesta ma in paradiso hanno l'alka seltzer?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, mi è toccato schiacchiare un pisolino ;-)
      Per i puma non saprei, nessuno li ha mai visti ma tutti li temono. Sui sentieri ci sono tante cacche ma mi dicono che sono di coyote.

      Elimina
  3. Eheh.. il ruggente puma sempre in agguato!... Ah, no, quella è Silvia, una delle nostre ospiti che vaga per il parco emettendo strani versi. Può sembrare feroce, ma in realtà si nutre di egg Benedict e verdura. ;-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti quando dico che ruggisco ridono tutti...

      Elimina
  4. Ecco, il puma è un incontro che non vorrei fare, sebbene io ami molto gli animali ;)
    Mi hai ricordato dell'equinozio, ho una settimana pienissima, che segue un week end intensissimo, senza un secondo per fermarsi a pensare, ed ero tutta piena dai "To do" ;)
    Quella degli allevamenti "umani" è veramente un paradosso, però è già qualcosa che uno si ponga il problema, visto che non è detto si arrivi a far capire a tutti (a credere più che altro, prima ancora informarsi) come funzionano gli allevamenti intensivi.
    Quindi sei ancora lì? Sto perdendo i colpi... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, siamo qui fino all'8 di ottobre.
      E sì, sicuramente queste vacche hanno una vita felice, anche se breve... Pensa che di 12 persone qui sono l'unica che non mangia carne (cioè, ce n'è un'altra ma sta facendo un periodo di purificazione, poi riprenderà). Non me l'aspettavo!

      Elimina
  5. Mi ha caricato questa passeggiata. La prossima volta però... in compagnia. Lo 'spettro' del puma mi ha inquietata. Sarà pure parente del gatto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' che a me piace camminare da sola... però in effetti queste foreste sconosciute possono risultare un tantino inquietanti.

      Elimina
  6. Son tornata con calma a rivedere le foto. Sai che ho proprio nostalgia di questi posti, anche se qui oggi è bellissimo, uno di quei giorni di settembre pieni di luce con i tigli che oscillano docili al vento ancora pieni di foglie e il profumo dell'autunno che arriva e si prospetta magico, ma quando ho visto la foto della vegetazione californiana mi sono venuti in mente tanti episodi in cui mi ci sono tuffata appagata ed è proprio vero che si lascia un pezzo di cuore anche dove non ce lo si aspetta. ;) ri-ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, sapessi quanto mi piace settembre sul mio lago!

      Elimina
  7. Posti magnifici, a dire poco!
    Io quel ristorante vorrei gestirlo!! *___*
    Buona festa dell'equinozio e di conseguenza buon autunno!

    Moz-

    RispondiElimina
  8. Ruggire ti viene bene di sicuro. Sei bene allenata a ruggire online

    RispondiElimina
  9. Ci credo che hai paura gironzolare sola se si aggirano i puma...
    Dici che vedi tante cacche che però ti dicono siano di coyote, e se invece del puma trovi un coyote? Quello non ti fa paura? E' una bella passeggiata in solitaria ma un po' pericolosa.
    Bello davvero tutto quanto ma dammi retta il puma non si scoraggia con il tuo ruggito.
    Adoro le uova alla Benedict e devo proprio cercare la ricetta, pazienza le calorie!
    Un caro saluto Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm, sì, mi hanno appena detto che ne è stato avvistato uno a due miglia da qui. E che pochi mesi fa un artista se l'è trovato davanti mentre passeggiava. Il puma se n'è andato, ma il tizio è rimasto paralizzato dalla paura per 20 minuti.

      Elimina
    2. Anvedi che quarche vorta cioppure raggione ....

      Elimina
  10. Solo per questo presagio di pioggia dovrebbero riconoscerti un altro lato artistico vitale per l'eco sistema del paradiso e allungare come minimo il tuo soggiorno ;) no?
    Ma ci si può stancare di un paradiso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che mi stancherei mai di stare qui. La sola idea di tornare in città mi fa venire l'orticaria. Intanto Mr K ha proposto una "scultura" da aggiungere alle 66 già esistenti, e gliel'hanno accettata. Chissà che questo non implichi un ritorno (anche per me, cioè)...

      Elimina
  11. What a heart of gold Neil has! Just wondering if he himself was humanely raised...
    Che belle foto, la natura non antropizzata: il tesoro più prezioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', un pochino antropizzata lo è stata, almeno all'inizio del secolo quando hanno raso al suolo tutte le sequoie che coprivano queste colline. Ma poi è arrivata la cavalleria sotto forma della Peninsula Open Space Trust che ha versato un paio di milioni e ha salvato tutto.

      Elimina
  12. eh ma insomma, ora dovrai fare un post sulla festa dell'equinozio nel tunnel.
    mi viene in mente la dead poets' society dell'omonimo film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La festa è stata carina, ma era molto buio e non ho fatto neanche una foto perché tanto con la mia macchinetta so già cosa viene fuori :-(

      Elimina
  13. Che meraviglia, Silvia! Forse, da quelle parti di Paradiso, anche il puma è mite come un agnellino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Haha, probabile, ma preferisco non verificarlo di persona!

      Elimina
  14. wow che meraviglia!! foto bellissime :)) buona festa, aspettiamo dettaglli! :D

    RispondiElimina
  15. Quant'è bello, questo posto! Ma il puma metterebbe paura anche a me...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'importante, dicono, è non mettersi a correre...

      Elimina
  16. Alice's Restaurant? ... quello del film, quel cult anni '70? Ci voglio andare anche io... poi, se c'è Neil Young vicino ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, l'ho pensato anch'io, ma l'originale era sulla East Coast.
      Invece c'è una mia studentessa che conosce uno che lavora nel ranch di Neil e me lo vuole presentare. Ma poi quando l'ho conosciuto cosa gli dico? Ehi, scusa, cioè, non è che mi presenti Neil?

      Elimina
  17. Grazie per farci partecipare alla tua vacanza-lavoro.
    Una meraviglia davvero!

    RispondiElimina