sabato 18 febbraio 2012

Quote(s) of day: Franz Kafka & Pat Conroy





    "Bisognerebbe leggere, credo, soltanto i libri che mordono e pungono. Se il libro che leggiamo non ci sveglia con un pugno sul cranio, a che serve leggerlo? Affinché ci renda felici, come scrivi tu? Dio mio, felici saremmo anche se non avessimo libri, e i libri che ci rendono felici potremmo eventualmente scriverli noi. Ma noi abbiamo bisogno di libri che agiscano su di noi come una disgrazia che ci fa molto male, come la morte di uno che ci era più caro di noi stessi, come se fossimo respinti nei boschi, via da tutti gli uomini, come un suicidio, un libro dev’ essere la scure per il mare gelato dentro di noi. Questo credo."
    Franz Kafka, Lettera a Oskar Pollak, in Lettere, a cura di F.Masini, Meridiani Mondadori, 1988




      “You get a little moody sometimes but I think that's because you like to read. People that like to read are always a little fucked up.”

      7 commenti:

      1. quanta verità nelle parole di kafka!

        RispondiElimina
      2. Ha ragione Kafka, ma pure Pat Conroy ha centrato il segno come descrizione :)

        RispondiElimina
      3. Uno con quelle bretelle può solo avere ragione.

        RispondiElimina
      4. Quoto Herr Kafka in pieno!
        Con Conroy in principio sarei d'accordo...ma bisogna vedere sempre *cosa* piace leggere a chi piace leggere (Fabio Volo ha centinaia di migliaia di lettori a cui piace leggere, ad esempio :D).

        RispondiElimina
      5. Vabbe'... è come dire che si dovrebbe ascoltare solo un certo tipo di musica o leggere solo un certo genere di poesia ecc. L'arte si è sempre espressa a vari livelli e con vari registri. Credo che ogni genere artistico abbia diritto di esistere. Poi, ognuno fa le propie scelte. Tra l'altro, se si leggessero solo i libri di cui parla Kafka, gli scaffali delle librerie sarebbero vuoti, l'editoria in crisi, un mucchio di autori a spasso, frustrati, e i traduttori avrebbero pochissimo lavoro. ;-)

        RispondiElimina
        Risposte
        1. Proprio così, Rose, il buon Kafka era un po' estremo. Per questo mi è venuta voglia di appaiarlo - irrispettosamente - alle bretelle di Pat Conroy.

          Elimina