giovedì 25 aprile 2013

Imbecilli e mascalzoni


 
 
Fra imbecilli che vogliono cambiare tutto e mascalzoni che non vogliono cambiare niente, com'è difficile scegliere! 
 Gesualdo Bufalino
 
Buon 25 aprile a tutti 

14 commenti:

  1. Come sono vere le parole di Bufalino!

    Buon 25 aprile a te!

    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  2. Parole sante, ma che possono venire solo dall'oltretomba: le osasse uno vivo, susciterebbe vespai e tirate d'orecchie come il povero Battiato... :)
    Buona Liberazione!

    RispondiElimina
  3. Di più e meglio non si potrebbe dure. Buon 25 aprile anche a te!

    RispondiElimina
  4. E' così difficile scegliere che gli imbecilli ed i mascalzoni si apprestano a governare insieme.
    Ma - mi sforzo di vedere il bicchiere mezzo pieno - il fattore positivo è che almeno nella gerontocrazia italiana si risparmieranno i soldi per cambiare tutti i ritratti del Presidente della Repubblica esposti nelle scuole, nei tribunali e negli uffici pubblici.
    Buon 25 aprile a tutte/i. Oggi è anche il santo patrono di Venezia, Treviso e Latina (San Marco evangelista)

    RispondiElimina
  5. Potrebbe averla scritta oggi...quanta verità!!

    RispondiElimina
  6. Caspita, un messaggio dettato da vero ottimismo :-)
    Buon 25 aprile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mr K dice che quando sono in Italia perdo anche quel poco di ottimismo che l'America riesce a trasmettermi (che poi dov'è quest'ottimismo lo sa solo lui) e torno subito supercinica.

      Elimina
  7. Quando si dice attualita'!

    RispondiElimina
  8. E infatti io non sono riuscita a scegliere.

    RispondiElimina
  9. Come dice sempre la mia amica: tra marcio e muffa...

    RispondiElimina
  10. :) Buon 25 aprile in ritardo a te!
    se passi da me c'è un premio per te :)

    http://blogpercomunicare.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. questa te la potrei fregare per la prossima citazione del mese ;)
    questo post me l'ero perso, passavo di qua mentre ero alla ricerca della seconda puntata dell'avvincente racconto zapatista!

    RispondiElimina