giovedì 27 marzo 2014

La fedeltà della cicogna

Puntuale come ogni anno all'arrivo della primavera, Klepetan, il maschio di una coppia di cicogne, è tornato in Croazia dopo aver percorso in volo tredicimila chilometri dal Sudafrica, per riunirsi alla sua Malena (Piccola, in croato), che a causa di una vecchia ferita non riesce più a fare la lunga traversata stagionale. Questo è il dodicesimo anno consecutivo che Klepetan raggiunge la compagna nel loro nido nel villaggio di Brodski Varos, nell'est della Croazia. Malena trascorre gli inverni sul tetto della casa di Stjepan Vokic, un bidello pensionato, che si prende cura dell’animale dal 1993, quando fu ferita a un’ala dai cacciatori, procurandosi una ferita che le impedisce di volare. “Quest'anno Klepetan è arrivato con dodici ore di anticipo rispetto al solito, mi ha svegliato ieri mattina presto: io e Malena lo aspettavamo per oggi”, ha raccontato Vokic al giornale Jutarnji list. Negli altri nidi, ha aggiunto, le cicogne torneranno tra cinque o sei giorni, mentre “lui è sempre il primo ad arrivare poiché sa che la sua Malena lo aspetta impaziente”.

Da "Vie dell'Est". Grazie ad Andrea Rényi che lo ha segnalato.

31 commenti:

  1. Che meraviglia! È una frase un po' abusata, ma non posso che dirla (anzi, scriverla): la natura mi sorprende sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' abusata anche la mia, ma se solo non ci fossimo allontanati tanto dalla natura...

      Elimina
  2. Grazie : è una storia bellissima!
    L'avevo letta anche in un articolo sulla "Stampa": http://www.lastampa.it/2014/03/25/cultura/opinioni/buongiorno/benedetta-primavera-IUcUeLAJxsz1n5IJJY7cQP/pagina.html
    Evidentemente la fedeltà fa notizia, anche quando si parla di cicogne!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella la versione di Gramellini! :-)

      Elimina
    2. Anche io lo avevo letto nel Buongiorno di Gramellini :)

      Elimina
  3. che emozione. avevo pensato alla trama di un libro, invece non è finzione. grazie

    RispondiElimina
  4. Ah l'Amore :)

    le cicogne si sono tra le specie più fedeli, poi ce ne sono tante altre che fedeli non sono per niente, anzi ne succedono di ogni... ma per oggi vi lascio sognare con questa storia romantica ;)

    ciao Chiara

    RispondiElimina
  5. L'uomo: essere di razza inferiore, caduto per sbaglio nel grandioso regno Natura verso il quale perpetra impunemente ogni genere di nefandezza poiché, si presume, incapace di farne parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Alle, sottoscrivo anche le virgole.

      Elimina
  6. E' commovente e bellissima :-)
    Grazie per aver condiviso questa storia, Silvia!

    RispondiElimina
  7. Mi commuove questa dimostrazione del valore di un impegno, del sostegno e del non abbandono di chi soffre e non può più essere al passo, anche se si tratta di animali e infondo anche la radice del termine anima - li rende l'idea.
    Sono estasiata che questo mondo allo sbando riesca ancora ad emozionarmi nella sua semplicità...grazie.

    RispondiElimina
  8. Mi è venuta la pelle d'oca. Ma che bello!

    RispondiElimina
  9. Che bella storia...e io che pensavo che i volatili fossero come i marinai!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cicogne sono famose per la fedeltà... aspettiamo da Chiara qualche storia di tradimento.

      Elimina
  10. Bellissimo! Malena e' proprio fortunata :)

    RispondiElimina
  11. Mi sono commossa e ti devo confessare che una volta mi presi cura di un rondone che era caduto nel mio giardino, forse da un nido. L ho imboccato per molti giorni, poi, quando ho visto che cominciava a volare, l ho portato in un campo e gli ho dato la libertà. L ho visto scomparire nel cielo, ho pianto e beh, ho sempre sperato che magari tornasse nel mio giardino ( anche se di sicuro non l'avrei riconosciuto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che meraviglia! Io invece ti devo confessare che spero sempre di non trovare un uccellino caduto dal nido, perché mi è già capitato e mi è morto ed è stato bruttissimo :-(

      Elimina
  12. Faccio eco a molti altri commenti precedenti, ma non riesco a trattenermi: meraviglia! Non la conoscevo proprio, la fedelta' delle cicogne. Grazie!

    RispondiElimina
  13. E' una storia commuovente...Ahh..peccato che tra umani,a volte,bastino pochi km per dividere per sempre due che si amano (o pensavano di amarsi)....

    RispondiElimina
  14. Ne libro di Lucio Bordignon "Gli uccelli della provincia di Novara" (Ed.2004) alla voce 'Cicogna bianca' scrive che "...per favorire la creazione di nuove coppie molto utile sarebbe mettere a disposizione nidi pre-costruiti su degli alti pali" .
    Pare che funzioni, andando tra le risaie del novarese e del vercellese, su suggerimento di Lucio, ho potuto notare che davvero alcuni contadini hanno pre-costruito i nidi e così è normale, passando anche in auto, osservare le cicogne.
    Ciao Silvia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla! Che bello sapere che i contadini aiutano le cicogne! :-)

      Elimina
  15. Grazie davvero per averci raccontato questa storia. Vorrò rilanciarla, nel mio bloggetto.

    RispondiElimina
  16. Che dire? Le cicogne, sicuramente più romantiche di molti umani :-)
    Grazie!

    RispondiElimina
  17. Un esempio per tutti noi. Le cicogne... siii!!!!!!!!!!
    ;)

    RispondiElimina