mercoledì 6 novembre 2013

Oggi sono su Nazione Indiana/6

Vi ricordate la mia serie sul Palazzo del Por*o? Ora si è trasformata in un articolo per Nazione Indiana: Porno e dot-com. Trasfigurazione di San Francisco. Rivisto e corretto, ma Ramón c'è ancora. E anche Polanski. Buona lettura.


21 commenti:

  1. Avevo letto Palazzo del Porto, pensa te. Forse e' meglio che beva un altro caffe...

    RispondiElimina
  2. Perché il Porco ha un palazzo da quelle parti? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiediglielo, magari è lui in incognito!

      Elimina
  3. Grande, Nazione Indiana, e grande il p*rn* e il s*ad*o*m*a*s* ... mi piace, dopo vado a leggerlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loro l'hanno scritto con tutte le vocali.

      Elimina
    2. Ah, ha, ah, non temono ma*ia*i come me ;)
      p.s.
      o.t. da me oggi si parla anche di Frisco, con un gruppo giovane lì di casa

      Elimina
    3. Mi chiedono da dove Frisco, tu? puoi anche non mettere questo mio commento, è solo per chiederti questo ;)

      Elimina
  4. Reportage magistrale. Al tuo posto, io avrei avuto più di "un'ombra di ridarella isterica" ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A parte quella, sono stata molto professionale ;-)

      Elimina
  5. Articolo veramente brillante. Quando sarai stufa di tradurre, potrai optare per la scrittura giornalistica o di qualsiasi genere. Andrà ugualmente bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Andrea, in effetti mi piacerebbe!

      Elimina
  6. Interessante davvero, complimenti Silvia!

    RispondiElimina
  7. Scrivi benissimo ed è un piacere leggerti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Nel frattempo è arrivato il primo commento critico. Per fortuna: cominciavo a temere che fossero tutti d'accordo con me!

      Elimina
  8. Ti vedo come giornalista brillante, come inviata!!

    RispondiElimina
  9. Lo sapevo che non poteva restare solo una serie di post! Brava brava, scrittura piacevolissima come al solito e bella anche l'introduzione. Insomma...i reportage ti vengono decisamente bene!

    RispondiElimina