venerdì 30 novembre 2012

Il sentiero delle cince



Il Sentiero delle cince  parte da  Sankt Moritz, in Alta Engadina, nel cantone svizzero dei Grigioni, in direzione di Pontresina, e si inoltra in un bosco dove le cince, forse abituate da secoli all'uomo, vengono a mangiare dalle vostre mani. Me ne ha parlato la mia amica Chiara che fa l'ornitologa, e io ci voglio assolutamente andare.
Questa è la mano di Chiara con tre cince more.

24 commenti:

  1. organizziamo un gruppo di cinciallegristi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io organizzo, eh? Purtroppo non ho molto tempo prima di ripartire, però ci provo.

      Elimina
  2. Se organizzi davvero un gruppo, fammelo sapere. Abito un po' lontano, però, non si sa mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, se riesco a organizzare metto un annuncio sul blog!

      Elimina
  3. La Val Roseg, ti piacerà molto. Ci sono stata un paio di volte con gli sci di fondo, è incredibile perché appena metti i semi sulla mano gli uccellini arrivano subito (ci sono anche degli appositi contenitori con i semi lungo il percorso a piedi).

    Altro posto, completamente diverso, dove ci sono uccellini molto socievoli è il barranco di Masca, una gola di Tenerife dove si incontrano le cinciarelle locali gialle e blu (Parus caeruleus teneriffae), davvero molto belle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ci sei stata! Che meraviglia! Al momento non ho in programma viaggi a Tenerife, intanto mi accontento della Svizzera :-)

      Elimina
  4. Dev'essere emozionante vederle così da vicino! Quando sono in città, mi diverto a dare da mangiare agli uccellini perchè sono molto più socievoli che in campagna. Qui a casa, invece, ho due casette per il cibo e in questo periodo ci sono tantissime cince. Quest'anno ho deciso anche di "addobbare" l'acero del giardino con palline di grasso, frutta e semi vari. Poi arriva il momento del panettone, e lì sbaraglierò la concorrenza del vicinato... Sto forse sviluppando un "mio problema ornitologico"???
    Conto sulla gita fra cinciallegristi ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, me lo confermava proprio Chiara, quest'anno le cince sono particolarmente numerose, soprattutto le cince more. Quanto al problema ornitologico (di cui tra l'altro leggevo poco tempo fa, non ricordo dove, qualcuno che faceva notare come la traduttrice avesse "astutamente" tradotto così il titolo "My Bird Problem"), be', siamo in due. E nel mio caso è tutta colpa di Franzen!

      Elimina
  5. Facciamo che fai lo stesso con certe cincione qui? Della serie Hitchcock? Qui ci sono certe cornacchie che fanno paura! Però, tenerissime. Sono belli gli uccellini..
    cipcip!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, io odio le cornacchie! E anche i piccioni. Infatti mi danno della razzista.

      Elimina
    2. Scusami, io il tenerissime lo avevo riservato alle cince, non alle cornacchie mi sono espressa male. Io odio cornacchie e piccioni! Razzista pure io! ;P

      Elimina
    3. i piccioni mi svegliano ogni mattina, cagano sui lucernari togliendomi la luce invernale già scarsa, mi hanno fatto seriamente desistere dal mettere l'impianto fotovoltaico sul tetto causa guano, i maschi fanno tutti quei tiri assurdi per conquistarsi le femmine, insomma li odio, di cornacchie qui poche, di buono hanno che quelle poche si mangiano le carcasse dei piccioni che ogni tanto muoiono sul tetto

      Elimina
    4. Yuck! Conosco un allontanatore che lavora con i falchi: pare che se glieli fai vedere qualche volta, poi basta mettere delle sagome sul tetto e gli abominevoli piccioni non si avvicinino più. Almeno fino alla prossima generazione.

      Elimina
  6. passo al volo per dirti che ho cambiato titolo e dominio quindi da adesso Correndomi Incontro è diventato La Tavola Rotonda e lo trovi qui:
    http://latavolarotondaspadellandoe.blogspot.it/

    ciao cara :)

    RispondiElimina
  7. Era una delle nostre mete famigliari quando ero bambina, averlo saputo all'ora :/ mi raccomando, tu vacci e poi postaci delle foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, non so se a questo giro ce la faccio.

      Elimina
  8. Che tenere le cince! Organizza anche una spedizione a Milano! (Non per i piccioni di piazza Duomo.... ) ;-)

    RispondiElimina
  9. Da circa cinque anni il mio mantra è: estate prossima- trenino rosso- del Bernina- assolutamente.
    Cinque anni che mantreggio, ma del trenino rosso neanche l'ombra.
    Dopo questo post il mantra diventerà: estate prossima- trenino rosso- del Bernina- e- sentiero delle cince- assolutamente.
    Chissà, magari prima di arrivare a usare il deambulatore ce la farò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, il trenino! Lo aggiungo anch'io alla gita!

      Elimina
  10. Noi vendiamo cuffiette e guanti esattamente di questi colori, ma non credo siano di cincia.. a occhio e croce direi sintetico finto lavorato a maglia. Io non mi farei rubare il pane di mano da una cincia, starei attenta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che il sentiero sia pieno di gente ipnotizzata con le mani coperte di cince mangianti. Le quali sembra che preferiscano i pinoli a tutto il resto. Prevedo una gita costosa.

      Elimina