mercoledì 3 ottobre 2012

Ho tradotto un genio: Junot Díaz vince il Genius Grant


Quest'anno tra i vincitori dell'ambita MacArthur Fellowship (soprannominata Genius Grant) c'è anche Junot Díaz. Il premio MacArthur è assegnato ogni anno dalla John D. e Catherine T. MacArthur Foundation a un certo numero (in genere dai 20 ai 40) di cittadini o residenti degli Stati Uniti di qualsiasi età e occupazione, che dimostrano meriti eccezionali in campo creativo.

Secondo il sito web della Fondazione, "il premio non è una ricompensa per meriti passati, bensì un investimento nell'originalità, nell'intuito e nelle potenzialità di una persona." L'ammontare attuale del premio è di $500.000, versato in rate trimestrali nell'arco di cinque anni. A partire dal 2007 i beneficiari
sono stati 756, che hanno ricevuto un totale di più di 350 milioni di dollari. Il vincitore più giovane aveva 18 anni, il più anziano 82.

QUI trovate l'elenco dei vincitori di quest'anno. Congratulazioni, Junot!

25 commenti:

  1. E per la proprietà transitiva....
    Ma al traduttore non spetta nulla?

    RispondiElimina
  2. Beh, però, un po' di congratulazioni e complimenti anche a te! :)

    RispondiElimina
  3. Yessssssss! I'm finally the first one writing a comment!
    CONGRATULATION SILVIA!!!
    Se posso aggiungere qualcosa in proposito: solo uno traduttrice g-e-n-i-a-l-e poteva riuscire a tradurre i suoi romanzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Matteo! Però non sei stato il primo :-D
      E' che sono stata in giro tutto il giorno e ho pubblicato i commenti solo ora!

      Elimina
  4. Wow! Ma tu te n'eri accorta? :D
    Ora bisogna che legga qualcosa di suo/vostro, cosa mi consigli?
    Mi fa piacere che nella lista dei premiati vi siano tantissime persone giovani!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate, sono un po' in ritardo con i commenti, ma mi sono presa due giorni di vacanza :-)
      "La breve favolosa vita di Oscar Wao"
      è una delle traduzioni di cui vado più fiera.

      Elimina
    2. Libro bellissimo che ho letto da poco in book-crossing con la madre di un mio paziente, credo che tradurlo non sia stato facile davvero.
      complimenti, ne ho fatto anche un post http://tiffanyestate.blogspot.it/2012/03/incipit-del-9-marzo.html

      Elimina
    3. Allora la prossima volta ricordati di aggiungere il nome del traduttore nei tuoi post! :-)
      (Ho visto che hai parlato anche di Homer & Langley di Doctorow, un'altra mia traduzione).

      Elimina
  5. E complimenti a te, Silvia, che l'hai tradotto :-)

    RispondiElimina
  6. brava! e che bel premio, mi piace questa cosa di premiare la potenzialità di una persona :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, sì, questi grant sono proprio una delle cose belle degli Stati Uniti.

      Elimina
  7. Ma allora sto leggendo il libro di un genio!!! Bella l'idea di premiare le potenzialità future, e grande sfoggio dell'ottimismo americano quando l'hanno dato a un ottantaduenne!!! A questo punto terrò le dita incrociate per tuo marito, chissà ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-DD
      Su certe cose sono proprio bravi, eh?

      Elimina
  8. Risposte
    1. E lui ha ringraziato tutti quelli che lo hanno sostenuto. E quando ho tradotto Oscar Wao mi ha fatto la seguente dedica: "Silvia, I owe you this book!" Un vero tesoro.

      Elimina
  9. Congratulazioni anche a te che l'hai tradotto.
    Ti e' mai capitato di tradurre un libro che non ti piacesse o andasse contro i tuoi ideali?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che non mi piacesse sì, più di una volta. Che andasse contro i miei ideali no, l'ho rifiutato.

      Elimina
  10. è sicuramente anche merito tuo Silvia, yeah! Ma lui è una faccia conosciuta, me lo ricordo su sto blog un po' di post fa. aveva a che fare con l'amore... sempre lui? un genio in amore? ahh ecco era nostalgico della patria. lui nè?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, che memoria! Eccolo qui, dall'ultimo suo libro che ho tradotto.

      Elimina