mercoledì 30 gennaio 2013

Mendocino mon amour/2: Le case

L'Hotel McCallum al crepuscolo (nello stagno c'erano le rane)
Ed eccoci al terzo post di questa serie su Mendocino. Questa volta vi faccio vedere un po' di case. 

Qui sono tutte di legno e risalenti più o meno al 1880 (molte hanno un cartello con la data di costruzione, come il nostro Didjeridoo che vedete qui). Niente turba l'estetica di questo posto paradisiaco. Qua e là sorgono le vecchie torri dell'acqua, sempre in legno, alcune delle quali riadattate ad abitazione o a studio. Ne vedete una anche nel post che vi ho appena segnalato, oppure anche su Flickr, qui.

In genere hanno una vista niente male
Questa è per Elle e Mariantonietta
Io amo le torri dell'acqua
Qui le riutilizzano in modi bizzarri...
... e affascinanti

20 commenti:

  1. mi sa che è una delle rare volte in cui rimpiango di non essere mai stata da quella parte del mondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho appena scritto su feisbuc, tutto questo lo faccio sperando che la cittadinanza di Mendocino, commossa da tanta devozione, decida di donarmi una casetta.

      Elimina
  2. te le meriteresti! :-)
    Spero di visitare questo posto un giorno, anche se sento che non potrei viverci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è quello che dice anche mio marito :-(
      Però tutto sommato è vero, non credo che potrei viverci sempre, soprattutto perché è proprio lontano da tutto. Però, un mese o due all'anno...

      Elimina
  3. Dai fatti dare una casetta che vengo a farti da governante (anche da sguattera)!! Gratis, solo un giaciglio e un piatto di minestra!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ideale sarebbe un B&B... tu potresti farmi da socia, no?

      Elimina
  4. Spero che presto potrai prendere possesso di una delle casette bizzarre e affascinanti delle foto sopra:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che sogno! Una casetta nella torre dell'acqua!

      Elimina
  5. Non mi ricordo più se mi ero già offerta. Comunque quando sarai felice proprietaria di una torre dell'acqua, semmai avrai bisogno di una storica dell'arte in via di dismissione, ricordati che sono qua...

    RispondiElimina
  6. Se non ricordo male le case di Mendocino fanno parte del patrimonio storico nazionale e lo stile architettonico è detto Cape COD. Questo luogo è stato anche set della serie la signora in giallo, infatti la fiction era ambientata nel Maine, ma girata a Mendocino.

    Bè io vorrei proprio stare lontano da tutto, meglio che in questo caos
    sempre più invivibile. Forse non vorrei terminare i miei giorni a coltivare marijuana, ma un bookshop in cui invitare simpatici scrittori o un b&b in cui ospitare turisti per caso........potrebbe essere un apprezzabile modo per "sopravvivere".
    Bellissime foto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti la chiamano "la Cape Cod del Pacfico". E sì, sapevo della Signora in giallo, di cui ero un'avida spettatrice. Sarà stato un segno?

      Elimina
  7. Che belle foto! Grazie di questo slargo di orizzonti ... Mi associo alla proposta di Titti... Ciao.

    RispondiElimina
  8. Carinissime le torri! Ho visto anche le foto su flickr, che panorama!

    RispondiElimina
  9. Sembrano le case delle bambole.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. le torri dell'acqua mi ricordano i libri di Richard Scarry di quando ero piccola

    RispondiElimina
  11. che posto meraviglioso, ci ho lasciato il cuore e ho una voglia pazzesca di tornarci! continua a fare post su mendocino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fiamma, mi ricordavo che eri un'appassionata di Mendocino. A questo punto ho fatto più post su Mendocino che su qualunque altra cosa (ma se lo merita)!

      Elimina